Smartwatch Facebook: in arrivo il primo orologio digitale del gruppo di Mark Zuckerberg

Smartwatch Facebook: in arrivo il primo orologio digitale del gruppo di Mark Zuckerberg

In arrivo prossimamente il primo smartwatch Facebook: sarà il primo orologio digitale del gruppo di Mark Zuckerberg. Ecco che cosa si conosce di questo nuovo prodotto tecnologico in arrivo dalla multinazionale americana.

Smartwatch Facebook: che cos’è e come funziona

Sul nuovo prodotto di casa Facebook si conoscono già alcune indiscrezioni: lo smartwatch Facebook sarà dotato di fotocamere integrate e di un cardiofrequenzimetro che servirà a rilevare il battito cardiaco.

Sembra che il dispositivo sarà dotato di una doppia fotocamera: per poter eseguire scatti e fotografie frontali e anche per farsi selfie e poi una ulteriore fotocamera dotata di autofocus e capacità video full hd con capacità più definite. Inoltre quest’ultima fotocamera sembra sia staccabile dallo smartwatch e per essere poi applicata ad altri accessori.

Non si hanno delle immagini ufficiale del nuovo prodotto tecnologico ma pare che non sia molto diverso dagli smartwatch attualmente in circolazione.

Quello che si vocifera però mette questa nuovo accessorio in una luce totalmente nuova: lo smartwatch Facebook è concepito come oggetto tuttofare e quindi anche per ospitare altri servizi che attualmente si utilizzano dal proprio smartphone.

Inoltre potrà esserci una collaborazione con gli operatori telefonici: questo aspetto potrebbe trasformare lo smartwatch in un potenziale smartphone.

L’idea di base è quella che l’utente potrebbe agganciarsi con questo dispositivo al proprio telefono Android o iPhone, connettesi alle app in cui è registrato ed utilizzarle comodamente dall’orologio digitale. Per esempio potrebbe accedere al suo profilo Facebook, ai suoi canali social di Instagram e anche all’app di WhatsApp.

Il dubbio maggiore rispetto a questo nuovo prodotto riguarda l’utilizzo da parte dell’azienda americana dei propri dati personali: Facebook infatti ultimamente è stata sotto l’occhio del ciclone per via di alcune vicende poco chiare inerenti i dati personali degli utenti e quindi la tutela della loro privacy. Questo aspetto si ipotizza potrebbe essere negativo per le vendite almeno nel periodo iniziale.

Lascia un commento


Veglio vini