Come Migliorare Se Stessi: 5 Consigli Essenziali

Come Migliorare Se Stessi: 5 Consigli Essenziali

Il proprio obiettivo deve essere quello di trovare sempre la versione migliore di se stessi. Qualsiasi sia la fase della vita che stai affrontando è sempre possibile un’evoluzione in positivo: apportare cambiamenti alla propria vita e alla propria persona è molto spesso imprescindibile. Ma come migliorare se stessi? 

Ecco una guida da leggere e da cui lasciarsi ispirare che descrive come migliorare se stessi, per portare nella propria vita quel cambiamento talvolta davvero necessario. 

Come Stendere un Piano di Miglioramento

Modificare il proprio sé non è immediato né tantomeno facile. Ma da dove iniziare e come migliorare se stessi? 

Un buon punto di partenza è quello di redigere un piano di miglioramento efficace che abbia come obiettivo quello di farti trovare la versione migliore di te stesso.

Azionare il motore del cambiamento non è semplice. Ma già aver deciso di voler cambiare apportando un cambiamento continuo alla propria persona è il primo grande passo. Vuol dire che vuoi prendere in mano la tua vita ed esserne veramente il protagonista. 

Dopodiché vengono in tuo soccorso alcuni stratagemmi. 

Come migliorare se stessi con la Crescita Personale 

La crescita personale permette di evolversi e di affrontare al meglio ogni aspetto e ogni fase della vita. 

Grazie alla crescita Personale non ci si troverà mai impreparati ma sempre coraggiosi e pronti ad affrontare tutte quelle nuove sfide che la vita mette inevitabilmente nel percorso di ognuno di noi. 

Come si cresce sul piano fisico e mentale, si deve crescere anche in quello emotivo ed interiore. È qualcosa di fisiologico.

Prendere consapevolezza di sé 

La consapevolezza è quella qualità che permette di far sapere a noi stessi chi siamo e cosa vogliamo diventare. Ma anche chi non vogliamo essere e cosa non vogliamo diventare. 

Il primo passo per un piano di miglioramento efficace è quello di prendere ufficialmente consapevolezza della propria persona. Di quelli che sono i punti forza ma anche i punti di debolezza. Di quale prototipo di persona ci siamo prefissati di raggiungere ed al contrario a quale esempio proprio non vogliamo assomigliare. 

La consapevolezza è anche valutare quanto si è già potuto svolgere, per raggiungere un obiettivo prefissato, e quanto ancora si deve ancora fare . 

Quindi: mettiti davanti allo specchio, confrontati con te stesso. E se hai bisogno di una mano o di un sostegno emotivo puoi svolgere questo compito con il partner, con un amico fidato o con una persona della tua cerchia familiare. 

Come migliorare se stessi con un piano di miglioramento graduale

Affinché un piano di miglioramento sia efficace deve essere graduale e seguire obiettivi prefissati

All’inizio puoi seguire un piano di miglioramento con obiettivi semplici e di breve periodo. E in un secondo momento aggiungere e fissare anche obiettivi a lungo periodo

Devi schedulare in maniera pratica i tuoi obiettivi. Per ognuno dovrai valutare e concordare una possibile data di raggiungimento e periodicamente fare un check su quello che effettivamente sei riuscito a raggiungere. Questo è un buon metodo per seguire sempre una rotta, non perdere la bussola ed approdare facilmente a ciò che desideri diventare. 

Piano di Miglioramento graduale per cambiare se stessi

Le Aree di Miglioramento da Individuare

Dopo aver steso un piano di miglioramento puoi concentrarti sulle aree di miglioramento in cui desideri maggiormente operare. In che cosa non sei soddisfatto e in che cosa puoi fare un miglioramento continuo? 

Ecco le aree di miglioramento in cui potresti operare: 

  1. Sfera Affettiva: le dinamiche affettive che crei con le persone più vicine a te 
  2. Sfera Interpersonale: come ti poni nei confronti delle altre persone, l’atteggiamento che assumi con loro nelle situazioni più disparate 
  3. Sfera Lavorativa: come ti poni nell’ambiente lavorativo ma anche come e cosa ti spinge a perseguire uno scopo personale 
  4. Sfera Interiore: aspetti che possono riguardare il tuo benessere interiore e che quindi possono riguardare le tue emozioni, il tuo livello di autostima e di indipendenza. 

Perché si fanno sempre gli stessi errori? 

Ti sarà sicuramente capitato davanti a diverse situazioni di comportarti sempre alla stessa identica maniera. Come se avessi un modus operandi sempre identico e non riuscissi, anche volendo a modificarlo. 

Magari questo concerne il modo in cui ti approcci con le situazioni nuove, con le relazioni interpersonali oppure con progetti importanti siano essi personali o lavorativi.  

Tranquillo, non sei l’unico. 

Quello che noi inneschiamo è un circolo vizioso: davanti ad una situazione reputata simile azioniamo un comportamento già registrato in precedenza dalla nostra mente e di default ecco che davanti ad una medesima circostanza reagiamo come abbiamo sempre fatto. 

È possibile cambiare queste azioni dettate dall’impulso , ma come migliorare se stessi in questi frangenti? 

Semplicemente mettendo in pratica piccole ma profonde azioni diversive. Bisogna proprio creare un diversivo alla routine

Questo permette di ingannare il sistema, la mente, e di avviare, passo dopo passo un profondo e significativo cambiamento della nostra persona.

Mettere in pratica dei diversivi: ecco come migliorare se stessi gradualmente ed efficacemente.

Aree di miglioramento continuo

Miglioramento Continuo: i 5 Punti

Il miglioramento sulla propria persona deve essere continuo: quotidianamente tu puoi apportare delle piccole ma significative modifiche alla tua vita e a ciò che reputi importante. 

Il miglioramento continuo permette di evolversi. Evolversi in positivo. E di crescere sensibilmente. 

Ma come migliorare se stessi in maniera continuativa? Per avviare il miglioramento ci deve essere una scossa, degli stimoli elettrici che possano farti sobbalzare da quelle che è ormai diventata una perfetta e comodissima comfort zone. 

Ecco come migliorare se stesso in 5 punti chiave. Sono diversi stimoli per apportare la crescita personale che necessita la tua persona. Scoprili uno dopo l’altro. 

Modifica il tuo modo di Pensare 

Ammettere i propri punti deboli non è facile. E non è facile neanche cambiare routine. Tantomeno cambiare il proprio modo di pensare. Ma perché ci sia un cambiamento ed un miglioramento continuo nella propria persona bisogna fare i conti con tutto questo. 

La quotidianità è qualcosa di rassicurante ma non permette di cambiare. Di migliorarsi. Per far entrare il nuovo bisogna uscire in un certo senso dalla propria normalità e sviluppare nuovi modi di pensare. 

Mettiti alla prova e misurati con queste domande:  

  • Hai mai provato il Pensiero Positivo

Sviluppi molto spesso pensieri o idee negative sulla tua persona, su quello che sei o non sei riuscito a costruire, sulle tue capacità e sulle tue debolezze e sulle opportunità che ti sono capitate oppure che non sono giunte fino a te fino ad oggi? 

Ecco, ora hai la possibilità di trasformare tutto questo in qualcosa di positivo. Coltivare il pensiero positivo è un’arte ma se capisci come coltivarla puoi indelebilmente modificare la tua vita. 

Ricordati di apprezzarti per quello che sei, senza chiedere troppo alla tua persona. Concentrati sui tuoi punti di forza (tutti noi ne abbiamo!) e molto meno sui tuoi difetti. 

Una buona pratica è anche la meditazione: aiuta ad allentare il carico mentale e a sviluppare il pensiero positivo. 

  • Riesci sempre a controllare le tue emozioni

Tutti noi proviamo diverse tipologie di emozioni. Ma come migliorare se stessi partendo da queste sensazioni? Lascia fluire liberamente le emozioni positive! Ma quelle negative come la tristezza, la rabbia, la paura, l’invidia devono sì essere accettate e mai nascoste ma quando si presentano allenati a gestirle. Devi essere bravo a guidare le tue emozioni e non lasciarti guidare da esse. 

  • Che ne dici di Guardare il Mondo da un’altra Prospettiva

Un buon esercizio per un miglioramento continuo è quello di osservare la tua vita, chi sei, cosa hai fatto da un’angolatura diversa, più positiva. Un consiglio da mettere subito in pratica è scrivere direttamente ciò per cui sei grato ogni giorno. Vedrai che troverai molti esempi da annoverare sul tuo taccuino e automaticamente vedrai la tua vita da una prospettiva completamente diversa.

Questo primo punto ti ha dato buoni suggerimenti su come migliorare se stessi? Allora puoi procedere al passo successivo.

migliorare se stessi con la creatività

Agisci e sii attivo 

È giunta l’ora di uscire dalla tua comfort zone e di agire e diventare attivo. Ecco come migliorare se stessi in maniera dinamica: 

  • Usa la creatività: attività che concernono l’uso della creatività, della fantasia e dell’immaginazione possono dare un buon contributo al tuo piano di miglioramento. Non sai in che cosa applicarti? Dipingi, Scrivi, Balla, Canta, Crea qualcosa e fai esternare la tua creatività in qualsiasi progetto desideri. 
  • Fai azioni di volontariato: pratica le buone azioni e coltiva azioni positive. Questo può essere valido sia con le persone attorno a te, sia con chi ancora non conosci. La gentilezza, il rispetto e la generosità possono essere il motore di un cambiamento. Aiutare chi ne ha più bisogno può infondere felicità. Segui le associazioni di volontariato della tua città e valuta, anche in base alle tue competenze specifiche, a quale potresti unirti. Se vuoi conoscere gli enti non profit attivi in Italia puoi cercare qui l’associazione che più si avvicina alle tue esigenze.
  • Viaggia e conosci nuovi posti: viaggiare permette di conoscere non solo nuovi luoghi ma anche altre culture. Viaggiare arricchisce enormemente. Ci sono dei posti che da sempre desideri visitare? Questa è l’occasione giusta per scoprirli. 
  • Pratica sport: la vita sedentaria è nemica del buonumore. Un buon modo per spezzare l’incantesimo che ti lega al divano e cominciare un corso o un’attività dinamica con una cadenza fissa. Per esempio puoi programmare almeno una volta alla settimana una attività in palestra oppure metterti d’accordo con un amico per una passeggiata o una corsa ogni lunedì pomeriggio. 
  • Impara qualcosa di nuovo: migliorare la propria cultura, la propria istruzione ed il proprio sapere ed aggiungere una skill in più al proprio background è sempre qualcosa di positivo. Puoi valutare di iniziare un corso, delle lezioni oppure semplicemente aggiornarti leggendo un libro specifico sugli argomenti che più ti interessano. 

Siamo arrivati al secondo punto su come migliorare se stessi. Ci sono ancora tre passaggi importanti, prosegui sul tuo cammino verso il cambiamento. 

Miglioramento della propria vita con un viaggio

Stabilisci e Persegui determinati obiettivi 

Per redigere un perfetto piano di miglioramento bisogna stilare delle liste. 

  • Una lista delle tue qualità e delle tue abilità: ti sei mai fermato ad evidenziare quali sono i tuoi aspetti positivi, i lati caratteriali che maggiormente ti piacciono e le abilità e le competenze che hai acquisito su cui ti senti maggiormente efferato? 
  • Una lista dei tuoi difetti. Magari non andranno via del tutto ma si può sempre smussare qualche angolo e decidere cosa e come migliorare se stessi. 
  • Una lista delle competenze che vorresti acquisire oppure migliorare. Un modo per esternare ciò che inconsciamente reputi più importante è condividere i tuoi pensieri con una persona cara: una specie di brainstorming concentrato sulla tua persona. 
  • Ed infine una lista degli obiettivi da raggiungere: possono essere all’inizio piccoli obiettivi, facilmente raggiungibili. Questo aiuterà la sua motivazione a rimanere alta. Dopodiché potrai concentrarti su obiettivi più ampi e magari più difficili da raggiungere. Ricordati che gli obiettivi devono essere ordinati in base ad una tua personale scala di priorità e devono avere una data di scadenza. 

Pronto per proseguire con il quarto punto e scoprire come migliorare se stessi? 

Deve esserci un miglioramento continuo

Abbandona Vecchie e Malsane Abitudini 

Abbandonare vecchie e malsane abitudini è un buon modo per avviare un processo di cambiamento. Ma come procedere? 

  • Fermati ad osservare cosa scatena quella precisa abitudine. Cosa ti induce a praticarla? Per esempio: Vuoi smettere di fumare. Fai una riflessione su quando e perché ti accendi una sigaretta. Potrebbe essere quando sei al lavoro e quindi sei più stanco o stressato? Oppure al contrario accendi una sigaretta perché desideri avere un momento tutto per te? 
  • Organizza degli escamotage. Molto spesso si possono organizzare escamotage e trucchi mirati per auto limitarsi a fare delle cose. Continuiamo l’esempio dello smettere di fumare. Organizza il pacchetto delle sigarette in modo che dovunque tu sia, abbia a disposizione solo delle sigarette contate e stabilite in precedenza. 
  • Individua un’alternativa allettante. Per modificare una cattiva abitudine si può passare momentaneamente ad un’altra più salutare. Continuando il filone dello smettere di fumare si possono placare i momenti di maggior voglia di nicotina con qualcos’altro di piacevole: per esempio si può valutare una passeggiata ascoltando musica ad alto volume. 
  • Premiati. Se raggiungi in parte o totalmente quello che ti eri prefissato puoi anzi devi concederti delle piacevole gratificazioni. Il tuo impegno deve essere premiato!

Ed ora l’ultimo punto chiave su come migliorare se stessi. 

Aree dove migliorare e abbandonare cattive abitudini

Sii Aperto al Cambiamento (e al Miglioramento) 

Se vuoi davvero evolverti e seguire un percorso di growth mindset devi essere aperto al cambiamento e quindi al miglioramento. 

Questo può significare che puoi valutare attivamente di importare nuove dinamiche ed abitudini alla tua vita: non fossilizzarti sul fatto che una situazione tu l’abbia sempre affrontata nello stesso modo oppure che un compito l’abbia sempre svolto in quella maniera. C’è la possibilità di fare diversamente da come hai sempre fatto. 

Ogni nuova sfida è un motore corroborante per l’evoluzione della tua mente. Prendine atto.  

In questo percorso è stato illustrato passo dopo passo un percorso teso a come migliorare se stessi. Ma il miglioramento continuo dopo che è stato azionato proseguirà ancora. Il piano di miglioramento su se stessi non ha una data di scadenza e può portarti davvero in strade che non avevi ancora immaginato. 

Lascia un commento


Veglio vini