Asilo nel Bosco: Come Funziona

Asilo nel Bosco: Come Funziona

L’Asilo nel Bosco è una scuola dell’infanzia che ha la particolarità di svolgersi esclusivamente all’aperto. Ma qual è la metodologia di educazione utilizzata da queste strutture educative? 

Approfondiamo meglio la tematica e scopriamo cosa un asilo nel Bosco può regalare a chi lo frequenta. 

Asilo nel Bosco: Cosa Significa

L’Asilo nel Bosco è una tipologia particolare di scuola dell’infanzia. I bambini dai 2 anni fino all’età di cinque anni e mezzo possono accedervi e sperimentare un metodo educativo “innovativo” che si svolge prevalentemente all’aperto

Alla base vi è – come per tutte le altre tipologie di asili – la cura, la stimolazione e l’educazione dei bambini in questa delicata fascia d’età. Ma gli asili outdoor hanno una particolarità aggiuntiva. 

In qualsiasi stagione (Primavera, Autunno, Inverno ed Estate) i bambini iscritti ad una struttura di questo tipo possono sperimentare la natura e l’ambiente naturale in tutte le sue sfaccettature. 

Questo vuol dire che i bambini possono non solo giocare all’aria aperta ma anche esplorare sviluppando un’educazione en plein air attiva. 

Che cosa sono gli Asili nel Bosco? 

Gli Asili nel Boschi sono strutture educative nel quale è promosso una tipologia di insegnamento a contatto con la natura, un’educazione più rispettosa verso l’ambiente, le piante e gli animali.

Le attività svolte all’interno di queste realtà scolastiche ( in questo caso il termine corretto è esterno) sono svolte quasi esclusivamente all’aria aperta. Non importa se fa brutto tempo. Un motto molto ricorrente all’interno di queste strutture che privilegiano le attività educative all’esterno è il seguente: “Non esiste un cattivo tempo, solo un cattivo abbigliamento”. 

Questa proposta educativa per un bambino può rappresentare un’esperienza unica, armoniosa e altamente formativa. Per sciogliere eventuali dubbi ecco in sintesi come funzionano nello specifico queste realtà formative: 

  • Il bambino può sviluppare completamente il contatto con la natura 
  • Il rapporto bambino-educatore è di 1 a 10 
  • Il bambino non viene mai lasciato da solo quando si trova all’esterno 
  • Grazie a questa modalità di educazione i bambini possono sviluppare l’autonomia, relazioni forti con i loro coetanei e uno spirito di “team building” già da piccolissimi 
  • Viene favorito anche il rapporto tra il bambino ed i suoi genitori e viene rinsaldata la fiducia da entrambe le parti. 
  • Non vengono utilizzati giocattoli (nessuna Barbie quindi in queste strutture!) ma esclusivamente materiale naturale: questa scelta permette di sviluppare nel bambino l’immaginazione, la creatività ed il pensiero laterale. 

https://www.subito.news/subitonews/wp-content/uploads/2021/03/lasilo-nel-bosco.jpg

L’asilo nel Bosco: una Modalità Educativa che coinvolge Genitori e Bambini

Questa modalità educativa è una soluzione sicuramente atipica rispetto ad una Scuola Materna dall’impostazione più tradizionale. Chi predilige questa soluzione lo fa solitamente perché permette di infondere al bambino o alla bambina iscritta una modalità educativa innovativa che privilegia l’ambiente naturale ed i valori ad esso legati. 

I principali obiettivi che si prefissa un questa tipologia di scuola materna sono i seguenti: 

  • Privilegiare la convivenza del bambino in un ambiente naturale 
  • Incoraggiare un’educazione ambientale rispettosa e consapevole 
  • Promuovere l’autonomia e l’autostima dei bambini 
  • Rispettare l’individualità ed i bisogni di ogni singolo bambino 
  • Incentivare maggiormente la motricità grazie alla presenza di spazi aperti ampi 
  • Sviluppare l’empatia
  • Sviluppare la creatività 
  • Sviluppare la curiosità 
  • Sviluppare il linguaggio ed il pensiero critico 
  • Permettere al bambino di conoscere sé stesso, i suoi talenti, le sue passioni ed i suoi limiti ed apprezzarsi così com’è  
  • Imparare a convivere in armonia con le altre persone 

Come funzionano gli asili nel bosco?

Non ci sono tetti. Né pareti. L’asilo è il bosco stesso e i bambini trascorrono il tempo scolastico all’aperto insieme al personale che se ne prende cura. 

Queste strutture scolastiche atipiche si fondano sul concetto di sviluppare un’educazione totalmente immersa nella Natura. Ne viene da sé che anche le attività svolte, i materiali impiegati ed i giochi utilizzati siano e debbano seguire un filone Naturale. Per questo motivo i giocattoli utilizzati al suo interno sono ricavati dall’ambiente naturale: non troverai mai giochi commerciali in questa tipologia di scuola. 

Ma quali sono le attività proposte in una scuola che promuove l’educazione all’aria aperta? 

Attività Educative En Plein Air 

Le formatrici che lavorano in una struttura di questo tipo possono proporre attività educative per stimolare il bambino. Se hai intenzione di iscrivere tuo figlio o tua figlia in questa tipologia di scuola ecco che tipologia di attività potrebbe svolgere: 

  • Dipingere 
  • Ascoltare storie 
  • Cantare canzoni o filastrocche 
  • Camminare 
  • Esplorare 
  • Arrampicarsi sugli Alberi 
  • Giocare a Nascondino 
  • Costruire rifugi o strutture per il riparo utilizzando i rami 
  • Svolgere dei giochi di ruolo da solo o con gli altri bambini 
  • Usare gli oggetti della natura per vari giochi di fantasia 

Perché scegliere un Asilo nel Bosco

Possono essere svariati i motivi che  fanno scegliere da un genitore per il proprio figlio o la propria figlia questo come luogo di formazione nell’età che va dai 2 ai 5 anni e mezzo. Bisogna ricordare che le esigenze educative delle famiglie sono diverse l’una dall’altra e la scelta che effettua ogni famiglia è sicuramente sempre la migliore per il proprio nucleo familiare. 

Ma studi svolti al riguardo hanno potuto accertare dei benefici indubbiamente presenti in una struttura che svolge la sua attività all’aria aperta. Ecco i principali: 

  • Utilizzare materiali naturali permette ai bambini di stimolare maggiormente la fantasia e la creatività
  • Vivere in un ambiente libero da limiti e da barriere architettoniche permette di far sperimentare ai bambini la sensazione di libertà e raggiungere pienamente l’autonomia 
  • Il clima all’aria aperta per i bambini è sinonimo di serenità e allegria 
  • Svolgere attività con i propri coetanei all’aria aperta permette di sviluppare una piena socialità e un comportamento sociale attivo e positivo 
  • Le attività svolte all’aria aperta permettono di sviluppare maggiormente le abilità motorie del bambino tra cui il suo equilibrio, la sua coordinazione fisica e la sua agilità 
  • Operare con materiali naturali affina l’abilità manuale, la sensibilità tattile 
  • I bambini che vivono le quattro stagioni pienamente hanno un’incidenza minore a sviluppare malattie stagionali: può sembrare un dato apparentemente  strano ma gli esperti non hanno dubbi sul fatto che i bambini all’aria aperta sono meno esposti a sbalzi di temperatura (come purtroppo succede d’inverno entrando ed uscendo da luoghi aperti e luoghi chiusi) ed inoltre stando all’aria aperta non sono direttamente a contatto con eventuali acari (molto presenti nelle aule scolastiche!) 
  • Gli asili outdoor sono meno rumorosi rispetto ad un assordante aula scolastica e questo rende i bambini meno stressati (meno nervosismo anche per gli educatori che si devono prendere cura di loro).

Asilo nel Bosco Torino l'educazione outdoor

In Italia ci sono Asili nei Boschi? 

Sì, in Italia ci sono queste tipologie di scuole. Queste strutture sono dislocate in ogni regione e sono presenti più di una struttura nelle grandi città. 

Vuoi indirizzarti verso la struttura che propone un’educazione outdoor più vicina al tuo domicilio? 

Puoi consultare questi due siti: 

  • Se sei un genitore e stai cercando una struttura educativa per tuo figlio puoi scaricare qui una mappa aggiornata con le opportunità scolastiche innovative attive sul territorio 
  • Puoi visitare il sito di Asilo nei Boschi  consultare la mappa del territorio italiano dove sono segnalate le opportunità per i bambini di fare “Le esperienze in Natura” 

Asilo nel Bosco Roma

Se stai cercando una struttura di Asilo nel Bosco Roma ecco a quale puoi rivolgerti per chiedere informazioni ed eventualmente visitare gli spazi e conoscere gli educatori: 

  • Bosco Caffarella (Roma) 
  • il villaggio educante degli orti urbani tre fontane (Roma) 
  • Il Girotondo (Roma) 
  • A.S.D. GORILLA (Roma) 
  • Associazione manes (Roma) 
  • Aps tuscholé – progetto “scholé”( Frascati) 
  • BenedettoXV international school (Grottaferrata) 
  • L’Asilo nel Bosco Roma (Ostia) 
  • Hakuna matata nel bosco (Fiumicino) 

Asilo nel Bosco Milano

Vuoi optare per una struttura di Asilo nel Bosco Milano? Per informazioni ed eventualmente visitare gli spazi e conoscere gli educatori dei singoli progetti ecco una serie di nominativi utili: 

  • La Scuola Dadà (Milano) 
  • Naturiamo (Milano) 
  • Sàmara – Educazione nel bosco (Seveso) 

Asilo nel Bosco Torino 

Stai invece cercando una struttura di Asilo nel Bosco Torino?  Puoi rivolgerti per chiedere informazioni, visitare gli spazi e conoscere gli insegnanti ai seguenti indirizzi: 

  • Giardino dei Piccoli (Torino) 
  • Gli Gnomi dei Kiwi (Pinerolo) 
  • La Cirilanda (San Mauro Torinese) 
  • L’Asilo nel Bosco Torino di Chivasso (Chivasso, Frazione Mandria) 
  • Crescere Insieme nel Bosco (Vistrorio, Val Chiusella) 

Asili in plein air nell’epoca del Covid 

Soprattutto in un’epoca in cui l’emergenza sanitaria Covid ha permesso la chiusura degli edifici scolastici di ogni ordine e grado obbligatoriamente, queste realtà educative hanno più potere di esistere e di far sentire la loro voce. 

In una struttura all’aria aperta è molto probabile che  i casi di contagio tra bambini oppure tra bambini e operatori sarebbero stati limitati o forse anche assenti. E questo dato non deve passare inosservato perché con questa sicurezza si sarebbero potuti mantenere attivi ed aperti queste determinate strutture scolastiche. 

Ma non solo. Anche la scuola tradizionale, svolta prevalentemente all’interno di un’aula, in un luogo chiuso sarebbe potuta essere rivista e modificata in parte. Prendendo spunto dall’idea educativa degli Asili Outdoor. Questo non vuol dire che doveva modificare le sue attività, i suoi intenti ed i materiali utilizzati ma solo gli spazi adoperati per fare lezione. Molti esperti infatti hanno consigliato di utilizzare i giardini, i parchi e le strutture all’aperto di cui tutte le scuole sono dotate per svolgere le attività educative. In questa maniera si sarebbe potuta garantire una scuola in presenza ed in totale sicurezza.

Asilo nel Bosco Milano progetti educativi alternativi

Asilo nel Bosco Formazione

Anche per genitori, educatori, insegnanti e docenti vi può essere un Asilo nel Bosco Formazione. 

Vengono organizzati in tutta Italia corsi di formazione online ed in presenza con l’obiettivo di formare ed instillare un’educazione in natura a tutte le persone che operano, lavorano e sono a contatto con i bambini. L’asilo nel Bosco Formazione si basa sullo studio de: 

  • Il Modello Educativo promosso da queste realtà scolastiche innovative 
  • La Gestione Amministrativa e Burocratica per Aprire questa tipologia di struttura
  • Educazione Emozionale 
  • Neuroeducazione 
  • Ludopedagogia 

L’associazione educativa di Ostia permette anche di organizzare un corso nella propria città: se sei un genitore, un formatore e vuoi approfondire la tematica coinvolgendo altre persone puoi compilare il seguente form. Puoi scegliere tematiche mirate come l’educazione in Natura Fascia 0-6 oppure rivolte alle scuole della Primaria e della Secondaria. Puoi chiedere consulenza sulle Neuroscienze e sulla Neuro Educazione oppure scegliere un Corso orientato all’Educazione Emozionale. 

Asili nel Bosco Roma come sceglierli

Asili all’aria aperta quando sono nati? 

Ma quando nasce una tipologia di asili realizzati completamente all’aria aperta? Sembra che le prime strutture educative con questa tipologia di intento vengono sviluppate nei Paesi del Nord Europa nel dopoguerra. Ma è solo negli anni 90 che questa tipologia di scuola di ramifica sempre più nei paesi nordici, fino a diventare una valida opzione alternativa alla scuola dell’infanzia tradizionale. 

La prima struttura en plein air è datata 1950 e si crea in Danimarca ed è stato creata da una mamma che portava spesso i propri quattro figli a giocare nei boschi vicino a casa. I genitori del quartieri incuriositi da questa soluzione decisero di far partecipare anche i loro figli. Fu così che nacque la prima scuola danese creata all’esterno o come la chiamano gli autoctoni “Skovbørnehave”. 

Questa tipologia di soluzione si sviluppò in Svezia ma soprattutto in Germania: in questo paese ve ne sono attualmente quasi 1800 strutture “Waldkindergarten”. 

Lo sviluppo della scuola all’aria aperta in Italia 

In Italia l’educazione nella natura è stata promossa nel Novecento da formatori come Giuseppina Pizzigoni e da Maria Montessori. E l’idea di una tipologia di scuola svolta meno nelle aule e più all’aria aperta si è sempre cercata di realizzare proprio grazie agli studi portati avanti da queste pedagogiste. Negli ultimi anni questa tipologia di scuola materna è stata portata avanti e diffusa da una realtà come l’Asilo nei Boschi di Ostia Antica, vicino a Roma. 

In questa struttura si perseguono gli obiettivi di questa tipologia di educazione, sviluppando una formazione sostenibile, ecologica e inclusiva. 

Le attività sono svolte all’aria aperta e anche l’alimentazione è curata, prediligendo cibi sani e biologici.  

Il futuro dell’educazione Outdoor

Oggi l’educazione nella Natura o la  Outdoor Education è molto diffusa e proposta in varie sfaccettature: non solo Asili che si situano nei pressi dei boschi ma anche che abbracciano altre realtà naturali come la fattoria, il parco, la collina, la montagna e nelle località che lo permettono anche il mare

Asilo nel Bosco Formazione per aprire una nuova struttura

Lascia un commento


Veglio vini