Le Imprese Edili che accettano Cessione del Credito

Le Imprese Edili che accettano Cessione del Credito

Superbonus del 110%, Eco Sisma Bonus e Detrazioni. Si sente molto parlare di queste concessioni rilasciate dallo Stato ma non si conosce bene il loro funzionamento. Né si sa quali sono le imprese che aderiscono al bonus 110 e le Imprese Edili che accettano Cessione del Credito. 

Facciamo un po’ di chiarezza sull’argomento. 

Detrazioni: quali interventi bisogna eseguire

L’obiettivo è quello di incentivare il più possibile la riqualificazione degli immobili e delle sue parti in modo che ci sia meno spreco di risorse ed energie. Interventi mirati infatti possono garantire un risparmio energetico notevole che si può tradurre sia in una bolletta meno cara per il singolo cittadino ma anche in un minor consumo di energia per l’intero Paese. Queste misure derivano tutte dalle manovre che i Governi stanno attuando per la riduzione delle emissioni di CO2 e per la conseguente salvaguardia del clima e dell’ambiente.  

Il cittadino può ottenere la detrazione in uno di questi casi: 

  • Ristrutturazione Edilizia su un immobile 
  • Riqualificazione Energetica su un immobile
  • Recupero o Restauro delle Facciate degli Edifici 
  • Installazione di Impianti Fotovoltaici 
  • Installazione di Colonnine di Ricarica specifiche per Veicoli elettrici 

Le Novità del 2021 

Recentemente lo Stato, con il Decreto Rilancio, ha introdotto nuove misure per quanto concerne lavori di ristrutturazione: la più importante è che vi sono imprese edili che accettano cessione del credito. 

Questo si traduce nel fatto che anche i lavori di ristrutturazione edilizia hanno la possibilità di accedere al superbonus 110%

Attualmente i lavori di intervento devono essere sostenuti negli anni solari 2020 e 2021: le fatture riportanti i lavori di ristrutturazione devono essere comprese quindi tra il primo gennaio 2020 al 31 dicembre 2021. 

Aziende che accettano Cessione del Credito come intervenire

Cessione del Credito: come funziona 

Secondo la normativa è possibile cedere la detrazione alle aziende che accettano cessione del credito ecobonus. Solitamente sono: 

  • Aziende fornitrici dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione dell’intervento sull’immobile 
  • Soggetti Privati come Società o Enti di Professionisti o altri Condomini 
  • Istituti Bancari, di Credito o Intermediari Finanziari 

La Cessione del Credito è obbligatorio se: 

  • Si percepiscono redditi soggetti a tassazione separata
  • Si percepisce l’impostazione sostitutiva 
  • Se si rientra nella no tax area 

In alternativa puoi chiedere direttamente uno sconto in fattura: vi sono molte imprese edili che accettano la cessione del credito e imprese che aderiscono al bonus 110.

Aziende che accettano cessione del credito ecobonus: come funziona lo sconto in fattura? 

Se hai programmato dei lavori di riqualificazione puoi avvalerti di imprese edili che accettano cessione del credito oppure di imprese che aderiscono al bonus 110. Ecco come funziona e come accedere direttamente allo sconto in fattura. 

Ipotizziamo di avere un intervento di ristrutturazione dell’importo di 1000 euro. Per esempio il rifacimento degli infissi e dei serramenti del proprio appartamento. 

  • Se hai diritto ad una detrazione del 50% ti verrà fatto uno sconto di 500 euro in fattura direttamente dalle imprese edili che accettano la cessione del credito. Per esempio puoi usufruire del bonus infissi 2021 sconto immediato direttamente sulla ricevuta fiscale. 
  • Se, grazie alla nuova normativa, hai diritto alla detrazione del Superbonus del 110% e decidi di usufruire dello sconto direttamente in fattura non dovrai pagare nulla ma non avrai la possibilità di aggiudicarti la detrazione aggiuntiva del 10% della spesa. 

Imprese edili che accettano cessione del credito: come funziona  il credito di imposta? 

Le imprese edili che accettano la cessione del credito d’imposta possono utilizzarla ed ottenere la detrazione suddivisa in più anni o possono a loro volta cederla a Banche, Istituti di Credito o Istituti Finanziari. 

In questo caso su un intervento da 1000 euro le aziende che accettano cessione del credito  potranno ricevere 1100 euro come credito d’imposta e potranno usufruirne in 5 anni. 

Imprese edili che aderiscono al bonus 110 quali sono

Riqualificazioni Energetiche e Superbonus 110%

Le riqualificazioni energetiche per gli immobili sono state notevolmente incentivate negli ultimi anni. Ecco quali specifiche riqualificazioni sono soggette all’ottenimento del bonus: 

  • Interventi di riqualificazione energetica su edifici già esistenti: per esempio la sostituzione di infissi oppure la sostituzione di caldaie a condensazione 
  • Interventi condominiale sull’involucro dell’edificio 
  • Interventi per migliorare la prestazione energetica estiva e invernale dell’unità abitative all’interno di un condominio 
  • Sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale oppure interventi per ottenere l’isolamento termico dell’edificio 

Gli interventi eseguiti con regolare fattura dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 (anche se il Governo ha già stabilito che il bonus sarà rinnovato fino al 30 giugno 2022) potranno accedere al superbonus del 110%. 

Le imprese che aderiscono al bonus 110 possono dare subito uno sconto in fattura al singolo cittadino. In alternativa il cittadino può detrarre l’importo sostenuto con una detrazione fiscale in 5 anni. Oppure ancora con una cessione del credito contattando le aziende che accettano cessione del credito (banche o altri intermediari finanziari).

Il Decreto Rilancio ha permesso di stanziare 55 miliardi di euro per le riqualificazioni energetiche aumentando al 110% la percentuale di detrazione per i lavori di riqualificazione.  

Eco sisma bonus

L’Eco Sisma Bonus concerne le ristrutturazioni edilizie mirate a migliorare gli immobili rendendoli antisismici. 

Questa particolare detrazione può variare in base al tipo di intervento di recupero eseguito: le cifre si aggirano tra il 50 e l’85% se le spese sono state sostenute dal 1 gennaio 2017 al 30 giugno 2020 mentre la percentuale sale addirittura al 110% se la spesa è avvenuta tra il 1 luglio 2020 ed il 31 dicembre 2021

Gli interventi per ottenere l’eco sisma bonus sono mirati a dotare gli immobili di misure antisismiche o comunque devono essere operazioni per la messa in sicurezza statica. 

Un importante fattore da tenere in conto per ottenere l’eco sisma bonus è quello di controllare se la propria zona in cui risiede l’immobile sia considerata zona sismica 1, 2 o 3

Vi è anche un limite di spesa stabilito a 96 mila euro per ogni singolo immobile. Il Governo ha inoltre già espresso che a partire dal primo gennaio 2022 la detrazione sarà calcolata al 36% e la spesa massima calcolata in 48 mila euro. 

Eco Sisma Bonus che cos'è

Quali sono le imprese edili che accettano cessione del credito vicino a me?

Vi sono numerose imprese edili che accettano cessione del credito nella tua zona: per trovare le imprese che aderiscono al bonus 110 e le aziende che accettano cessione del credito puoi fare una rapida ricerca sul Web facendo attenzione però ad alcuni aspetti. 

  • Confronta le imprese edili che accettano cessione del credito optando come caratteristiche per l’azienda che farà i lavori l’affidabilità e la professionalità 
  • Verifica che vi sia sempre un tecnico presente che prepara faccia un sopralluogo prima di stendere il progetto di lavori di cui tu hai bisogno
  • Stabilite le condizioni economiche prima di procedere all’intervento 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.