Torna “C’è posta per te”, con il Covid niente ospiti vip

Torna “C’è posta per te”, con il Covid niente ospiti vip

Sono iniziate lunedì 7 settembre le registrazioni di “C’è posta per te”, una delle trasmissioni più amate condotte a Maria De Filippi. Anche il celebre programma di Canale 5, che nella scorsa stagione televisiva ha festeggiato i 20 anni (prima edizione nel 2000), ha dovuto adeguarsi alle rigide normative anti-Covid, la pandemia sanitaria che ha messo in grande difficoltà il mondo dello spettacolo.

Una delle prima conseguenze è che a “C’è posta per te” non ci saranno più ospiti vip in studio. Almeno per la prima fase della trasmissione, nella speranza che a breve arrivi l’auspicato e annunciato (anche dal Ministro della Sanità, Roberto Speranza) vaccino contro il nuovo Coronavirus. Tutto il pubblico presente in studio (che ovviamente sarà limitato rispetto al passato per garantire il distanziamento) viene sottoposto, prima dell’inizio della registrazione della puntata, ad un test sierologico, mentre agli ospiti protagonisti delle storie raccontate da Maria De Filippi oltre che il test sierologico, dovranno fare il tampone.

Rivoluzionata anche la scenografia, come già successo per “Uomini e Donne”, l’altro programma cult per il grande pubblico condotto e prodotto da Maria De Filippi attraverso la sua società Fascino. Il palco è stato spostato e sono state introdotto barriere in plexiglass. Naturalmente è obbligatorio l’utilizzo della mascherina.

Resta invariato invece il format di un programma concepito per chi ha un problema di rapporti personali e spera di poterlo risolvere grazie all’aiuto di Maria De Filippi. I protagonisti sono persone comuni che vogliono ricongiungersi con parenti lontani, amori perduti o amicizie di gioventù, ma anche risolvere situazioni rimaste in sospeso. Lo staff, attraverso un Postino, individua il destinatario e lo invita in trasmissione. Insomma, un programma che vive sulle storie e sulle emozioni degli italiani.


Veglio vini