Sci: Sofia Goggia trionfa nella discesa di St. Anton

Sci: Sofia Goggia trionfa nella discesa di St. Anton

Con un’altra cavalcata delle sue Sofia Goggia domina la discesa della Coppa del Mondo di sci alpino femminile a St. Anton, in Austria. Sulla pista intitolata a Karl Schranz la 28enne bergamasca coglie il 9° successo (e 30° podio) in carriera, il secondo consecutivo in discesa che la proietta nettamente in testa alla classifica della specialità. sul podio con la Goggia l’austriaca Tamara Tippler e la statunitense Breezy Johnson, staccate di un secondo, ma l’Italia su una pista altamente tecnica sorride anche per il 5° posto della giovane trentina Laura Pirovano. In top ten anche Elena Curtoni (8ª), seguita da Marta Bassino 13ª e Federica Brignone 15ª.

Sofia Goggia: la dedica della campionessa a suo padre

«Questa vittoria è un regalo per il mio papà Ezio che oggi compie gli anni e al quale voglio tantissimo bene – la dedica di una soddisfattissima campionessa olimpica -. Nelle prove non ero certa di aver capito bene il tracciato e pensavo che comunque ci sarebbero stati distacchi minimi, ma quando ho tagliato il traguardo ed ho visto il mio tempo ho subito capito che sarebbe stato diffide battermi».

Segnali positivi per l’Italia anche dalla squadra maschile di gigante, impegnata nella seconda gara ad Adelboden, in Svizzera. Nel giorno del bis del francese Alexis Pinturault davanti al croato Filip Zubcic e allo svizzero Loic Meillard, il trentino Luca De Aliprandini con un’ottima seconda manche risale fino al 6° posto (dal 10° della prima discesa). Con la pista svizzera De Aliprandini aveva del resto un conto aperto: l’anno scorso era al comando dopo la prima manche ma finì fuori nella seconda quando pareva avere ormai in tasca la tanto sognata vittoria.

In classifica ad Adelboden anche Giovanni Borsotti (14°) e Riccardo Tonetti (16°). La gara è stata però caratterizzata anche dalla bruttissima caduta nella prima manche di Tommy Ford. Lo statunitense ha perso conoscenza, riaprendo gli occhi in ospedale. Non partiti i giovani talenti norvegesi Lucas Braathen (crociato andato) e Atle McGrath, caduti rovinosamente venerdì.


Veglio vini