La donna più anziana al mondo compie 118 anni

La donna più anziana al mondo compie 118 anni

La donna più anziana al mondo, la giapponese Kane Tanaka, ha compiuto 118 anni. Nata il 2 gennaio nel 1903, Tanaka era già stata riconosciuta nel marzo 2019 dal Guinness dei primati come la donna più vecchia del pianeta all’età di 116 anni, e lo scorso settembre aveva stabilito il record giapponese di sempre a 117 anni e 261 giorni.

È diventata Decana dell’Umanità dopo la morte di Chiyo Miyako, avvenuta il 22 luglio 2018, ed è al momento la terza persona più longeva della storia dietro alla francese Jeanne Calment (1875-1997) e alla statunitense Sarah Knauss (1880-1999). È la persona più longeva di sempre di tutta l’Asia e la sua età è la più alta mai registrata in un essere umano nel XXI Secolo e nel III MIllennio. È tra le 3 persone che nella storia dell’umanità hanno raggiunto con certezza i 118 anni e tra le 9 ad aver compiuto 117 anni.

La donna più anziana del mondo fa ginnastica e matematica tutti i giorni

Residente in una casa di cura di Fukuoka, la località del Giappone centro-occidentale teatro nel 2001 dei campionati mondiali di nuoto, Tanaka ha celebrato il proprio compleanno ringraziando il personale e tutte le persone con le quali condivide le attività giornaliere.

Secondo quanto riferisce il centro di cura, Tanaka svolge quotidianamente ginnastica, è in grado di eseguire calcoli, e si appassiona al gioco da tavolo giapponese Reversi, simile alla dama italiana. Di norma Tanaka ha un buon appetito, è spesso golosa di cioccolata, e di tanto in tanto si concede anche una Coca Cola.

Alla domanda su quale fosse il segreto della longevità, Kanaka non ha esitato: «Mangiare cibo gustoso e non smettere mai di studiare». Il suo obiettivo, ha aggiunto la donna ultra centenaria, è arrivare a 120 anni. Un messaggio di grande speranza nell’epoca caratterizzata dalla terribile pandemia sanitaria per il nuovo coronavirus.


Veglio vini