Schede telefoniche rare: le più ricercate dai collezionisti

Schede telefoniche rare: le più ricercate dai collezionisti

Negli anni Ottanta e Novanta le schede telefoniche prepagate erano molto utilizzate: si potevano acquistare in molte rivendite e utilizzarle nelle cabine telefoniche poste in ogni angolo della propria città per chiamare amici e parenti evitando così di utilizzare il telefono fisso di casa.

Con l’avvento della tecnologia GSM, l’arrivo dei primi telefoni cellulari e poi degli smartphone le schede prepagate per effettuare chiamate dai telefoni pubblici sono state gradualmente dismesse. Ma non il loro collezionismo. Le schede telefoniche rare sono infatti diventate oggetto di collezione e chi le possiede ancora oggi potrebbe trovarsi tra le mani oggetti di grande valore.

Scopriamo quali sono le schede telefoniche considerate le più rare sul mercato e come riconoscere il loro valore.

Il collezionismo di schede telefoniche rare

Schede Telefoniche Rare Catalogo per collezionistiLa prima scheda telefonica risale all’anno 1976. Quando uscì era una grande novità introdotta dall’azienda Sip. Negli anni 90 sono poi state introdotte dall’azienda, che ha poi modificato il suo nome in Telecom, le schede telefoniche orizzontali che avevano, al contrario delle precedenti, la possibilità di effettuare più chiamate utilizzando la stessa carta.

L’idea di applicare sul retro della carta immagini pubblicitarie ma anche messaggi sociali e culturali fu vincente perché rese queste semplici carte atte ad effettuare telefonate anche dei veri e propri oggetti di culto.

Così le schede telefoniche rare Sip sono diventate nel giro di pochi anni oggetto di collezionismo: negli anni 90 si ebbe un vero e proprio boom di collezionismo ed ancora oggi le tessere telefoniche di valore sono molto ricercate tra i collezionisti.

Gli appassionati di schede prepagate hanno così iniziato a collezionarle in speciali raccoglitori dividendole per taglio o per tipo di campagna promossa.

Le carte telefoniche erano realizzate in tre tagli differenti:

  • 5 mila lire
  • 10 mila lire
  • 15 mila lire

Quest’ultime sono ancora oggi considerate gli esemplari più rari perché sono state prodotte in misura minore rispetto agli altri formati.

Dove trovare le schede telefoniche rare

Schede Telefoniche rare Sip quali sonoAncora oggi il collezionismo di carte telefoniche rare di valore è attivo. Si possono trovare esemplari unici online visitando i forum di siti specializzati oppure consultando il sito di aste online Ebay.

Molto spesso si possono trovare carte telefoniche in vendita anche all’interno di mercatini dell’usato oppure all’interno di fiere di collezionismo.

Le schede telefoniche rare possono avere prezzi differenti ed alcune oggi possono valere anche 10 mila euro.

Nel 1994 l’azienda Telecom Italia ha redatto e pubblicato un catalogo periodico che contiene tutte le schede telefoniche emesse, da quelle più comuni fino a quelle più rare. Nel 2009 però l’azienda ha deciso di chiudere il servizio collezionismo continuando però a produrre fino al 2018 le schede telefoniche. Risale infatti a quest’anno l’ultima scheda telefonica prodotta.

Come conoscere il valore delle schede telefoniche rare?

Come riconoscere tra i vari esemplari quelle con maggiore valore? Sicuramente più una scheda telefonica è realizzata in bassa tiratura più il suo valore può essere alto. Ma questo non è l’unico fattore da valutare. Ecco i fattori che possono influire sul prezzo e sul valore di una scheda telefonica:

  • Data di emissione: più una scheda è datata maggiore sarà il suo valore. Le prime schede telefoniche prodotte dal 1977 al 1981 sono considerate di grande valore come anche quelle della serie “Urmet Bianche” e “Urmet Rosse”.
  • Tiratura: una tiratura molto bassa può rendere il valore della tessera telefonica molto alto
  • Valore facciale Originale: le schede telefoniche da 15 mila lire valgono solitamente molto di più di quelle da taglio di 5 mila lire.
  • Condizioni della scheda: le schede telefoniche considerate di maggior valore sono quelle chiamate “fior di stampa” ovvero quelle dall’aspetto nuovo, appena uscite dalla produzione e magari ancora con il talloncino triangolare non ancora rimosso. Al contrario le schede smagnetizzate e logorate possono essere considerate di valore molto basso.

Esistono molti esemplari di schede telefoniche prepagate e sono state tante le varietà prodotte. Ecco le quattro tipologie da conoscere per chi si occupa di collezionismo di schede telefoniche rare.

Le Schede Telefoniche Ordinarie

Le schede telefoniche ordinarie sono le tessere per effettuare chiamate contraddistinte dalla pubblicità delle aziende Sip e Telecom e dei loro servizi. Questa tipologia è stata realizzata all’epoca a tiratura ampia e non sono difficili da trovare.

Tra le primissime schede in circolazione vi sono le schede telefoniche Sida considerate le precursorie. A differenza delle schede telefoniche successive, queste avevano la banda magnetica posta verticalmente anziché in orizzontale.
Seguono le schede telefoniche prepagate Urmet di tipo magnetico realizzate nella “Serie Bianca” e nella “Serie Rossa” ed infine le Turistiche.

Ecco le prime serie prodotte:

  • Serie Fasce Orarie: questa serie è diventata famosa per il fatto di riportare sul retro i prezzi del servizio telefonico pubblico nelle diverse fasce orarie.
  • Serie “Scopri la carta infinita”: una speciale serie che pubblicizzava i vantaggi della carta di credito telefonica.
  • Serie “Compagna di tutti i giorni”: questa serie proponeva una réclame dell’uso della scheda telefonica il cui funzionamento all’epoca consisteva nel poter effettuare le chiamate da un telefono pubblico addebitando la chiamata sulla bolletta di casa.
  • Serie “Turistiche”: questa serie raffigurava nel retro della tessera telefonica le bellezze architettoniche e artistiche dei vari luoghi d’Italia. Quella raffigurante la “Torre di Pisa” è attualmente considerata una delle più rare e con più valore attualmente in circolazione.
  • Serie “Trottole”: le carte telefoniche di questa serie sono diventate abbastanza famose per lo slogan che recavano sul retro della carta ovvero “Se ti gira..” proponendo un modo nuovo di fare pubblicità.

.
Le Schede Telefoniche Pubblicitarie

Le schede Telefoniche pubblicitarie sono le tessere con credito prepagato commissionate da Aziende esterne a mero scopo promozionale. La tiratura ed il valore di queste schede varia in base al numero di esemplari prodotti ed ancora in circolazione.

Sono state molte le aziende che hanno utilizzato questo speciale dispositivo per promuovere le loro attività ed i loro servizi. Seat Pagine Gialle, l’azienda di elettrodomestici Moulinex, il marchio di abbigliamento italiano Les Copains e i prodotti dell’azienda Kenwood sono i più famosi dell’epoca ma si possono trovare pubblicità anche di piccoli esercenti che nel corso degli anni hanno deciso di investire su questo canale per fare réclame alle loro attività.

Le schede Telefoniche Tematiche

Le schede Telefoniche Tematiche sono tessere telefoniche dedicate a temi specifici.

Molto famose sono state le schede telefoniche che miravano a sponsorizzare un messaggio sociale: molto importanti e note sono state le tessere dedicate alla campagna di sensibilizzazione contro l’AIDS.

Le schede Telefoniche Speciali

Questa tipologia di scheda telefonica fu realizzata e dedicata ad eventi di grandi dimensioni oppure ad avvenimenti di grande rilievo sul territorio italiano.

La tiratura anche in questo caso è variabile in base al numero di esemplari prodotti. Tra le carte telefoniche speciali memorabili vi sono quelle del noto vertice G7 realizzato a Napoli nel 1994 e quelle realizzate per i Mondiali di Italia’90 che ancora oggi hanno un discreto valore sul mercato.

Lascia un commento


Veglio vini