Salgono i prezzi in Europa, colpa dell’energia

Salgono i prezzi in Europa, colpa dell’energia

Un nuovo trend preoccupa i cittadini del vecchio continente. Infatti, in questo periodo salgono i prezzi in tutta Europa. Il costo della vita aumenta ma ciò non va di pari passo con l’aumento degli stipendi. In Germania continua a crescere l’inflazione, ormai vicinissima alla soglia del quattro percento. I prezzi al consumo sono mediamente saliti del 3,9% rispetto ad un anno fa. Ed è un record, considerando gli ultimi tredici anni. Fanno scalpore i prezzi alimentari, saliti del 4,6%. In Spagna, invece, l’inflazione si attesta al 3,3%. Questa è la crescita più forte dal 2012. I dati Istat in Italia a luglio parlavano di un’inflazione in aumento di quasi due punti percentuali.

Salgono i prezzi in Europa, gli aumenti energetici

Ma di chi è la colpa? Secondo gli economisti, un colpevole andrebbe identificato nel costo dell’energia. Infatti, in Germania i costi energetici sono saliti del 12,6% su base annua. Stesso discorso per la Spagna, dove il prezzo medio al megawattora registrato dall’operatore del mercato iberico dell’energia è di 12,4 euro, il più alto di sempre. In Italia è stato registrato un aumento del 34% sulle bollette di luce e gas, oltre ai tredici euro in più dell’anno scorso per un pieno di benzina. Reggio Emilia è la città italiana dove i prezzi corrono di più. La Banca Centrale Europea ha dichiarato di non temere l’andamento dei prezzi, essendo essi in crescita esclusivamente temporanea. Molti esperti sono d’accordo e guardano con preoccupazione solo l’inflazione degli Stati Uniti, ormai al 5,4%.

Lascia un commento


Veglio vini