Mika raccoglie 1 milioni di euro per il Libano con “I love Beirut”

Mika raccoglie 1 milioni di euro per il Libano con “I love Beirut”

Il cantante di origine libanese Mika ha annunciato di aver raggiunto il traguardo di 1 milione di euro raccolti con il suo spettacolo di beneficenza “I love Beirut”, ideato e prodotto nei giorni successivi alle esplosioni che hanno colpito la sua città natale. Lo show è andato in onda in esclusiva streaming sul canale YouTube di Mika il 19 settembre in 4 fusi orari diversi con un suo concerto registrato in Italia, alcuni video girati a Beirut, una straordinaria performance di Laura Pausini all’interno del Colosseo e contributi di Kylie, Salma Hayek, Rufus Wainwright, la star messicana di Netflix Danna Paola, Fanny Ardant, Louane in collegamento dal Sacre Coeur di Parigi, la poetessa Etel Adnan e la band iconica libanese Mashroù Leila.
Lo spettacolo di Mika, accolto da ottime recensioni, verrà ora diffuso dai più importanti canali tv internazionali, dalla Francia al Canada. In Italia, sarà trasmesso in esclusiva da Sky e Now Tv domenica 11 ottobre. “I love Beirut” ha anche registrato un record storico in Francia, dove il 19 settembre ogni singola piattaforma di streaming TV o web lo ha reso disponibile, versando tutto il ricavato in beneficenza. La raccolta su gofundme.com/ilovebeirut è ancora aperta e continua a crescere.
In collegamento video con Georges Kettaneh, Segretario Generale della Croce Rossa del Libano, e con Kevin Watkins, CEO di Save the Children UK, Mika ha detto: «Con grande piacere vi comunico che “I love Beriut” ha raccolto 1 milione di euro al netto dei costi, e la cifra sarà suddivisa tra la Croce Rossa e Save The Children, per il Libano. Volevamo ringraziare tutti quelli che nel mondo hanno comprato un biglietto per lo streaming o fatto una donazione personale tramite GoFundMe, oltre agli sponsor che ci hanno aiutato a raccogliere una cifra così impressionante. Voglio anche sottolineare quanto meravigliosa è stata questa affermazione collettiva di solidarietà per Beirut, con i biglietti venduti in 120 differenti nazioni del mondo. Questo è un progetto nato e reso possibile dall’amore e da un enorme spirito di collaborazione tra amici e nuovi amici che abbiamo fatto durante il processo produttivo».


Veglio vini