Lavoro: occhio a non farti truffare da questi annunci

Lavoro: occhio a non farti truffare da questi annunci
Ascolta l'articolo

Lavoro, come riconoscere un annuncio truffa

Riconoscere un annuncio di lavoro truffa, a seconda dei casi, non è affatto un compito semplice da portare a termine con successo. Questo, in quanto ogni settore presenta a tutti gli effetti le sue insidie. Pertanto, fare delle stime in maniera ferrea e decisa non è affatto una passeggiata.

Per fortuna, ad oggi, il web ci fornisce talmente tanti strumenti che è possibile essere preparati già dal principio. Naturalmente, questo non è un invito che consiglia di diffidare a prescindere da certi annunci, ma si parla semplicemente di una sorta di modus operandi corretto sul come comportarsi al meglio.

A questo proposito, durante la lettura di questo corposo articolo cercheremo di fornire dei consigli pratici su come evitare gli annunci di lavoro truffaldini. Alcune delle strategie che verranno elencate, naturalmente, si basano tutte quante su un presupposto unico: non tutte le aziende sanno scrivere delle inserzioni lavorative.

Di conseguenza, anche alcuni annunci apparentemente insidiosi potrebbero in realtà celare una buona fede di base. Pertanto, è bene rimanere informati a dovere su quelli che possono essere i segnali che portano a pensare che un annuncio X con delle parole Y si possa effettivamente considerare come truffaldino.

Ovviamente, questo non è un vademecum vero e proprio. Inoltre, il fatto che alcuni annunci contengono le parole che andremo a riportare, non significa per forza che sia una truffa. Anzi, potrebbe non essere affatto così come sembra.

Annunci professionali e non, come riconoscerli?

Il perfetto identikit per poter riconoscere un annuncio di lavoro quantomeno sospetto, è molto difficile da realizzare. Questo, in quanto ogni azienda usa uno stile comunicativo differente. Di conseguenza, è molto difficile stabilire quali siano coerenti e quali invece debbano portare ad un sospetto di base.

L’unica cosa che si può fare è innanzitutto quella di cercare dei feedback che siano ovviamente attendibili. Ma soprattutto, che siano possibilmente forniti da coloro che hanno avuto modo di lavorare in quella suddetta azienda incriminata. Ad ogni modo, uno dei primi segnali tangibili li possiamo ottenere grazie ad alcune parole chiave presenti nelle descrizioni. O per meglio dire, non presenti.

Il fatto che un’azienda non menzioni lo stipendio o descriva la posizione lavorativa con parole ambigue e notoriamente sospette potrebbe essere uno dei tanti campanelli d’allarme. Ovviamente si parla pur sempre di un discorso generalista, che non può essere preso come una prova definitiva.

Annunci di lavoro truffa, come comportarsi?

Il comportamento da adottare nel caso in cui si dovesse finire in un annuncio di lavoro truffa, è quanto di più standard ci possa essere. Innanzitutto, dopo aver effettuato tutte le prove del caso, bisognerebbe fare due cose che si escludono a loro volta.

Le opzioni sono le seguenti: o si fa una segnalazione a chi di dovere, alla piattaforma che ospita così come all’ispettorato del lavoro, oppure si può ignorare il suddetto messaggio. Ed eventualmente segnalarlo anche ad altri candidati, possibilmente in ricerca della stessa posizione lavorativa. Naturalmente, per poter fare le dovute segnalazioni bisogna muoversi con una certa sicurezza.

Una mancanza di prove, infatti, potrebbe figurare un di un reato di diffamazione vero e proprio, il che significa che bisognerebbe fare attenzione a ciò che si dice. Bisognerebbe mostrare il proprio parere solamente nel caso in cui si dovessero avere delle prove quantomeno certe, il quale è infatti un passaggio molto importante di piena convivenza.

Anche perché non varrebbe certamente la pena quello di correre dei rischi per quello che poi alla fine si è verificato come un semplice sospetto non andato a buon fine. Informarsi a dovere prima di trarre conclusioni affrettate, è senza ombra di dubbio un principio universale.

Annuncio di lavoro truffa, esempi e modi di identificazione

Saper riconoscere un annuncio di lavoro truffa a tutti gli effetti, non è un compito semplice. Come abbiamo avuto modo di dire annunciare nel corso del primo paragrafo introduttivo, infatti, esistono dei termini che ci possono portare a trarre determinate conclusioni. Uno di questi è sicuramente il fatto che la mansione sia solitamente un termine anglofono del tutto inventato, o che comunque non dovrebbe essere all’interno di quella determinata inserzione lavorativa.

Questo, naturalmente, è solamente uno dei tanti e numerosi esempi che si possono fare, pertanto lo stato di allerta deve essere sempre mantenuto ad un livello moderato. La maggior parte dei portali purtroppo, tende a non prendere posizione contro quelli che sono gli annunci di lavoro sospettosi. Questo, in quanto non esiste ancora un algoritmo in grado di identificarli e prendere provvedimenti di conseguenza. Detto ciò, il compito finale di diagnostica spetta all’utente in cerca di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.