Come raggiungere le Piscine di Venere e cosa sapere

Come raggiungere le Piscine di Venere e cosa sapere


play Ascolta questo articolo

Le piscine di Venere, sono probabilmente il luogo della Sardegna con più appeal in assoluto da parte dei turisti. Soprattutto in estate. Questa stagione infatti, è sicuramente una delle più prolifiche in assoluto per quanto riguarda la visione di questo tipo di panorami. Non a caso, i tanti servizi che sono proposti nella zona a tutti i turisti, sono ogni anno frequentati da un sacco di comitive.

Così come anche da un sacco di gruppi di escursionisti interessati alla natura. Ovviamente, è bene specificare come tale luogo possa presentare il suo massimo splendore soprattutto per quanto concerne le stagioni dal clima più mite. Tuttavia, è altrettanto doveroso considerare che questi luoghi sono talmente belli che la loro stagionalità si protrae più o meno in maniera costante per tutto il periodo dell’anno.

Certi luoghi, fanno della bellezza naturale uno dei loro principali punti di forza. Di conseguenza, è proprio la natura il focus principale di ogni itinerario. Questo luogo, non a caso, è considerato anche uno dei più belli di tutta l’isola. Nel corso dei paragrafi, a tal proposito, verranno fornite numerose informazioni riguardo tutti quelli che sono i principali tratti da cui deriva questa attrazione di tipo paesaggistico.

Ad ogni modo, è bene concedere spazio alla storia del luogo in sé prima di procedere. Le Piscine di Venere, meritano infatti un approfondimento sostanzioso a tutti gli effetti.

Caratteristiche della Piscine delle Venere

Le caratteristiche di questa spiaggia, sono comuni a tutti i luoghi presenti nell’isola. Nonostante questo, la sua acqua dal colore cristallino che si affaccia sulle meravigliose coste dell’Ogliastra, la rende sicuramente un elemento differenziante rispetto a quelli che sono tutti i luoghi della zona.

Sicuramente, tutti i turisti che adorano l’acqua di mare e in generale la sua affascinante colorazione, possono trovare pane per i loro denti a volontà. Considerando anche la particolare predisposizione che ha questo territorio per le zone balneari.

Per quanto riguarda invece il colore della sabbia, si ha un tipo di tono sicuramente candido e che si ispira fedelmente e senza troppi problemi anche ad alcune altre aree balneari presenti in larga scala su tutta l’isola. Con delle differenze sostanziali, certamente. Ma in ogni caso, bisogna tenere conto del fatto che ogni spiaggia abbia una caratteristica o più a sé stanti.

Il che significa a sua volta che, i variegati gusti dei turisti, possono essere soddisfatti nel migliore dei modi. E questo, può avvenire a prescindere dalle preferenze che si possiedono. Nel prossimo paragrafo, ad ogni modo, si parlerà delle consuete indicazioni stradali.

Come raggiungere la spiaggia

Raggiungere questo luogo, non è affatto difficile. Nonostante possa sembrare inizialmente un discorso che è stato affrontato varie volte con lo stesso tipo di contenuto, è bene specificare come al giorno d’oggi la tecnologia attualmente in vigore sia molto utile per questo tipo di situazioni.

Questo, al punto da riuscire a poterci garantire un orientamento affidabile e sicuro. Il che significa che le tante applicazioni per smartphone che esistono in tal senso, possono permettere a chiunque, compresi dunque i turisti e coloro che in generale non conoscono bene la zona, di orientarsi nel migliore dei modi.

In ogni caso, anche la cartellonistica stradale sempre affidabile e precisa può rivelarsi un’ottima alleata, se si vogliono andare a visitare luoghi che non si sono mai scoperti fino in fondo senza l’ausilio della tecnologia. Insomma, si può sostenere con discreta sicurezza, come effettivamente i profani della tecnologia così come i nativi digitali possono tranquillamente raggiungere il luogo da loro desiderato.

Un’altra pratica che spesso e volentieri viene erroneamente sottovalutata e messa da parte, è sicuramente quella di rivolgersi a quelle che sono le agenzie e gli enti turistici. Questi, infatti, hanno il lodevole compito di indirizzare i turisti al meglio nel corso dei loro itinerari di riferimento.

Così che possano arrivare a destinazione incolumi, e soprattutto senza perdere tempo a cercare strade che non hanno mai percorso prima d’ora.

Consigli per le Piscine di Venere

Dei consigli utili per questo luogo, così come per Cala Girgolu, si rifanno principalmente al tipo di stagione in corso. Quella estiva infatti, è senza ombra di dubbio quella più in voga tra le stagioni. Il che significa che effettivamente, se si vuole visitare questo luogo d’estate, bisogna tenere conto della grande affluenza di turisti che ci sarà. Soprattutto in termini di comitive e di relative strutture occupate come conseguenza.

Dunque, bisognerà quantomeno prenotare la propria vacanza o il proprio itinerario turistico con largo anticipo. Se si vorrà evitare tutta la fila che ci sarà per poter accedere a tale luogo in totale libertà. Il tutto, viene appunto ideato al fatto che non tutti i turisti amano la movida e i folti gruppi di persone.

Giustamente, chi vuole un ritiro un po’ più solitario deve essere messo nella condizione di sapere dove andare. E questo luogo bellissimo situato nell’altrettanto splendida isola della Sardegna, è certamente una garanzia di pieno successo.

Ovviamente, bisogna essere in grado di poterli apprezzare certi panorami. Diversamente, tali parole potrebbero risultare addirittura superflue.