Internet: allarme 1 ragazzo su 5 si dichiara sempre connesso

Internet: allarme 1 ragazzo su 5 si dichiara sempre connesso

Secondo una ricerca sulla quantità e qualità delle ore trascorse su Internet 1 ragazzo su 5 si dichiara “Sempre connesso”.

Complice è stata anche l’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha obbligato giovani e adulti a studiare e lavorare da casa utilizzando PC, tablet e smartphone. L’emergenza ha anche favorito l’utilizzo di schermi e tecnologia nel tempo libero in mancanza di altre attività di divertimento e socializzazione.

Ecco i dati della ricerca svolta.

La ricerca e i dati

La ricerca è stata commissionata dal progetto  “Generazioni connesse” in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze e l’Università degli Studi di Roma ‘La Sapienza’.

Un ragazzo su 5 degli adolescenti intervistati ha riferito che si sente “sempre connesso”. La presenza online per i giovani va dalle 5 alle 10 ore al giorno. Inoltre un altro dato allarmante è il fatto che il 59% degli episodi di cyberbullismo sono aumentati.

Internet: allarme 1 ragazzo su 5 si dichiara sempre connesso

Cosa dicono gli adolescenti

Sempre dalla ricerca svolta da “Generazioni connesse” è uscito fuori che gran parte degli adolescenti intervistati (l’85%) ha dichiarato di aver dato un consiglio ad un amico o coetaneo in merito all’uso corretto della Rete. Oltre alla consapevolezza su questa tematica è cresciuto anche l’impegno sociale: il 53% degli intervistati ha asserito di aver partecipato al “Climate Change”, il “Global Warming” o al movimento “Black Lives Matters”.

Safer Internet Day

Il Safer Internet Day ovvero la giornata Mondiale per la sicurezza in Rete è stato istituito nel 2004. Il progetto promosso dalla Commissione Europea ha l’obiettivo di sensibilizzare sui rischi che comporta il Web.Questa iniziativa ricorre ogni anno il secondo giorno della seconda settimana di Febbraio.

Anche Telefono Azzurro si è interessato alla tematica della sicurezza in rete: è possibile visionare il toolkit decicato che tratta tematiche come il cyberbullismo, la privacy, l’oversharing e l’age verification. Il tookit fornisce anche consigli utili per una vita online sicura.

Operatori telefonici e sicurezza

Anche gli operatori telefonici puntano alla sicurezza in rete per i loro clienti più giovani: oltre a tariffe agevolate per fascia d’età le iniziative di operatori come Tim, Vodafone, Wind, Iliad per adolescenti e bambini sono molte. Attivando le loro promozioni si possono attivare app o servizi dedicati permettono di:

  • Bloccare facilmente app non ritenute adeguate ai minori
  • Regolare delle impostazioni sull’orario di uso di Internet e App
  • Attivare la geolocalizzazione
  • Monitorare i social network
  • Applicare filtri per siti pericolosi
  • Segnalare messaggi offensivi

Veglio vini