Ilary Blasi e Francesco Totti liberi in giro per Roma: con le mascherine nessuno li riconosce

Ilary Blasi e Francesco Totti liberi in giro per Roma: con le mascherine nessuno li riconosce

«Il mio sogno sarebbe quello di andare a fare una vasca in Via del Corso, ma verrei assalito». Francesco Totti il suo sogno l’ha realizzato, grazie al Coronavirus. Dopo una lunga quarantena nella loro villa con i tre figli Cristian (14 anni), Chanel (13) e Isabel (4), l’icona del calcio e la moglie Ilary Blasi si sono concessi una lunga passeggiata nel centro di Roma, certificata da selfie e scatti sui propri canali social ufficiali. Il tutto in perfetto anonimato grazie a un opportuno look casual (e al cappellino usato da lui), ma soprattutto alle mascherine (nere, come gli abiti) che hanno permesso all’ex calciatore 43enne e alla conduttrice 39enne di non essere riconosciuti.

Nel cuore della Capitale ancora semi deserto prima della riapertura di lunedì, Totti e Ilary hanno passeggiato indisturbati con i volti semi coperti dai dispositivi di protezione. Una domenica da perfetti sconosciuti davanti al Pantheon, a Piazza Navona, alla Fondana di Trevi. Come due semplici turisti. Totti poi, in un’intervista al magazine spagnolo “Libero”, ha raccontato di nuovo la vecchia trattativa per il passaggio al Real Madrid e perché non è andata in porto nonostante l’insistenza della stessa moglie. «Nel 2004 all’80% ero indirizzato verso il Real – racconta -. Con la Roma c’erano un po’ di attriti, anche se poi Sensi mi voleva bene realmente. A Madrid avevano fatto qualsiasi cosa, le cifre erano alte. Mi avrebbero dato qualsiasi cosa per andare da loro. Qualsiasi, tranne la fascia di capitano che era di Raul, il giocatore che doveva guadagnare più di tutti perché era il simbolo della squadra. Ilary mi spingeva verso Madrid, ma alla fine è stata una scelta di cuore, verso i tifosi, gli amici e la famiglia». Verso Roma, che grazie al Covid-19 si è potuto gustare davvero.


Veglio vini