Federica Pellegrini ambasciatrice Michelin guarda al futuro

Federica Pellegrini ambasciatrice Michelin guarda al futuro

Federica Pellegrini sempre più Divina. La regina del nuoto diventa la prima ambasciatrice della Michelin, la multinazionale di origine francese leader nella fabbricazione di pneumatici in Italia. L’olimpionica e pluri-campionessa mondiale nei 200 sl sarà ambassador perché incarna, come spiega Marco Giuliani, direttore commerciale di Michelin Italia, «i valori aziendali di durata di una performance fatte per durare». Un viaggio che accompagnerà la Pellegrini verso la sua quinta Oimpiade, a Tokyo tra quattordici mesi.

«Mi ha fatto enorme piacere scoprire quale sia l’impegno di Michelin verso la sicurezza e l’ambiente – ha sottolineato la quasi 32enne veneta -. Avere un partner eccellente è un motivo di spinta in più in questo lungo viaggio con destinazione Tokyo. Essere stata scelta per rappresentare il concetto di “Performance fatte per durare” è per me motivo di orgoglio: impegnarsi a restituire il massimo a chi crede in te è anche una questione di rispetto».

La Pellegrini, che è stata invitata ad assistere alle gare di MotoGP, Formula E e del Mondiale Endurance, gli eventi sportivi a cui è legata Michelin, è convinta nel continuare per un altro anno, causa l’emergenza da Coronavirus che ha fatto slittare al 2021 le Olimpiadi, ed è tornata ad allenarsi intensamente a Verona. Tutto rinunciando alla vita privata («alla mia età mi vedevo già prendere delle strada più… personali, ma non mi pesa rinviare tutto di un anno» dice riferendosi a un legame ormai profondo e duraturo da annunciare e alla voglia di maturità), con una sola preoccupazione: «Siamo tornati ad allenarci non non possiamo farlo pensando solo ai Giochi che ci saranno tra un anno e mezzo: servono delle tappe intermedie per testarsi e provare l’adrenalina e la pressione delle gare. Ora come ora però il calendario è tutto fermo».


Veglio vini