Ibrahimovic positivo al Coronavirus: «Il virus mi sfida, pessima idea»

Ibrahimovic positivo al Coronavirus: «Il virus mi sfida, pessima idea»

Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al Coronavirus ed è quindi in isolamento. Il campione svedese è stato fermato prima della partita di Europa League contro il Bodo/Glimt per l’esito del tampone. Tutti negativi gli altri giocatori scesi in campo e vincitori sui norvegesi per 3-2 con doppietta di Calhanoglu e gol di Colombo. I rossoneri conquistano così l’accesso ai playoff della manifestazione europea, dove affronteranno il Rio Ave. I portoghesi hanno infatti eliminato in Turchia il Besiktas ai calci di rigore, dopo che la partita si era conclusa 1-1 ai tempi supplementari. Di Moreira al 40′ del secondo tempo la rete degli ospiti in risposta al vantaggio dei turchi con Yalcin, al 15′ del primo tempo. Nella sfida dagli undici metri decisiva la rete di Reis dopo gli errori di Welinton e Larin.

Ora, anche in vista della ripresa del campionato, il Milan spera di recuperare il prima possibile Ibra, accelerando i canonici 14 giorni di quarantena. Paolo Maldini, direttore tecnico rossonero, parla addirittura di sette, anche perché lo svedese è asintomatico. «Mi ha detto che sta bene – afferma l’ex campione -. Era molto dispiaciuto perché si trovava in una condizione fisica straripante e ha scoperto l’infezione in corso. La sua speranza debellare la malattia il più presto possibile».

Ne è convinto Ibrahimovic, che parla della positività a suo modo, ovvero con l’ormai proverbiale autostima a livello altissimo. «Sono risultati negativo al Covid, nessun sintomo né nulla. Il Covid ha avuto il coraggio di sfidarmi. Pessima idea» ha scritto il campione in una storia su Instagram.


Veglio vini