Husky siberiano, nato per correre e ottimo cane da compagnia

Husky siberiano, nato per correre e ottimo cane da compagnia

L’Husky siberiano, o semplicemente Husky, è un cane da lavoro, molto utilizzato tra le nevi come cane da slitta. Oggi è considerato un ottimo cane da compagnia.

Husky siberiano: origini e storia

L’husky, cane originario delle steppe siberiane, venne allevato per secoli dal popolo dei ciukci come animale da traino delle slitte. Nei primi anni del Novecento venne importato in Alaska, dove si distinse subito per le sue capacità nel traino e per i successi ottenuti durante le corse con i cani da slitta. Nel 1932, negli Stati Uniti, vennero definiti gli standard di razza e nacque così il Siberian Husky che oggi conosciamo. Gli appassionati di sleddog (corse con slitte trainate da cani), per migliorare le prestazioni di velocità dei propri cani, hanno scelto di mescolare la razza dell’husky con razze dotate di maggiore velocità, a scapito della loro resistenza al freddo. Questa pratica, tuttavia, non ha dato origine ad una razza ufficiale di cani, ma solo ad una variante, definita Alaskan Husky.

Aspetto e caratteristiche

E’ un cane di taglia grande, con altezza al garrese tra 50 e 60 cm. Il peso varia tra 16 e 27 kg. Ha una testa di dimensioni medie e ben proporzionata. Gli occhi a mandorla possono essere di molti colori: azzurri, marroni o eterocromi (di colori differenti, o ciascun con 2 colori diversi). Le orecchie sono dritte e vicine tra loro, ben rivestite di pelo per sopportare meglio le basse temperature. Ha un manto a pelo doppio, molto folto ma senza nascondere le linee del corpo. Il pelo è liscio e di colore nero, bianco o intermedio. La coda somiglia ad una coda di volpe. Si potrebbe pensare che questo cane soffra il caldo più di altre razze, ma la struttura del pelo funge da isolante, sia per il caldo che per il freddo. La caratteristica pelliccia a doppio strato aiuta ad evitare il formarsi di ghiaccio sul pelo.

Husky siberiano: carattere ed educazione

E’ nato per essere libero. E’ molto elegante ed altrettanto bello, pur essendo un cane da lavoro. Ha bisognoso di spazi aperti, dove possa correre e sfogare la sua energia. Questo non significa che non sia un cane da compagnia. Ama stare con le persone, è un compagno dolce ed affettuoso. Tuttavia, non possiamo definirlo un cane da città, né un cane mansueto che possa andar bene per qualunque famiglia. E’ famoso per le sue capacità vocali e comunicative; capace di compiere una grande quantità di suoni, ha una fama di “chiaccherone”. E’ un cacciatore e può essere irruento, specialmente da cucciolo. E’ importante che trovi un padrone fermo e deciso, oltre che affettuoso e desideroso di trascorrere molto tempo all’aperto con lui. Abituato a stare nel branco saprà trovare la sua collocazione in famiglia (“branco”), riconoscendo colui che designerà come capo-branco. Con gli altri membri potrebbe risultare meno rispettoso e più prevaricatore. E’ importante una ferma educazione fin dalla tenera età. Nei primi anni di vita, bisogna evitare di separarlo dal padrone e di farlo stare solo. Convinzione errata è che il cane possa soffrire climi temperati essendo abituato al freddo intenso: non soffre il caldo più di qualsiasi cane di razze rustiche.

Prezzi

Un cucciolo di husky può costare tra i 500 € e i 700 €. E’ possibile trovare anche prezzi inferiori, ma è importante verificare la provenienza. E’ importante chiedere tutti i documenti, i vaccini e le certificazioni per scongiurare uno stato di salute cattivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.