Green pass in Italia, dal 1 settembre nuove regole

Green pass in Italia, dal 1 settembre nuove regole

Il green pass in Italia è entrato in vigore il sei di agosto, ma presto potrebbe subire alcune modifiche. Se vuoi sapere le regole attuali, leggi il nostro articolo a riguardo. Oltre a ristoranti e bar al chiuso, il certificato verde sarà necessario anche per i trasporti e per la scuola. Per ottenerlo, basta una dose di vaccino (ma solo dopo 15 giorni), l’attestazione di guarigione dal Covid o un tampone negativo effettuato entro le 48 ore precedenti. Saranno in ogni caso esclusi dalle regole i minori di dodici anni e i soggetti che non possono essere vaccinati per motivi di salute, sulla base della certificazione medica rilasciata da un professionista.

Green pass Italia, i nuovi regolamenti

Sarà necessario mostrare di essere in possesso del green pass per viaggiare in aereo, anche se in realtà era già richiesto per i voli europei. Stesso discorso per accedere a navi e traghetti che effettuano trasporto interregionale. Discorso a parte per i treni: l’obbligo riguarda solo gli Intercity e gli Alta Velocità; non serve, invece, per viaggiare con il regionale. Per gli autobus sarà necessario ma solo per quelli che collegano più di due regioni. Si potrà continuare ad utilizzare bus urbani e metropolitane senza certificazioni. Anche tutto il personale scolastico, ma non gli studenti, dovrà essere in possesso del pass. Per gli universitari, diversamente dai colleghi delle scuole inferiori, sarà necessario esibire il codice qr per accedere alle lezioni in presenza.

Lascia un commento


Veglio vini