Elettra Lamborghini e la fobia del Covid: «Per incontrarmi bisogna fare il tampone»

Elettra Lamborghini e la fobia del Covid: «Per incontrarmi bisogna fare il tampone»

Elettra Lamborghini ha il terrore del Covid, un panico che aumenta nell’avvicinarsi del matrimonio con Afrojack. La data prevista è il 26 settembre, ma l’ereditiera-cantante potrebbe aver deciso di anticipare la celebrazione del sì già a domenica 6. Ma la 26enne popstar sta facendo parlare di sé per l’aggressività con la quale risponde alle critiche ricevute per avere troppi contatti diretti nel tempo del Coronavirus. Nelle sue Instagram Stories, infatti, Elettra Lamborghini si è scagliata così: «Non permettetevi di parlare se non sapete le cose… – le sue parole da Gardaland, dove è impegnata nella registrazione di un programma -. Per incontrarmi bisogna fare il tampone. Io ho già fatto tampone e sierologico e sono negativa, grazie a Dio! Mi sposo a brevissimo ed è nel mio interesse non avere contatti con nessuno in questo periodo, proprio per una questione di sicurezza…».

La Lamborghini continua il suo sfogo: «Ormai sembra diventato il Grande Fratello, con tutti questi occhi puntati addosso da puri infami! Questo Coronavirus vi ha reso cattivi da fare schifo, io fossi in voi mi vergognerei e andrei a pregare in chiesa per quanto siete sporchi e brutti dentro!». Quindi la regina del twerking spiega: «A tutte le persone con cui sto avendo a che fare sto richiedendo il tampone e sierologico… Addirittura la settimana prossima al mio addio al nubilato ho richiesto a tutte le mie amiche di presentarsi con gli esiti, in più nel resort che ci ospiterà ho richiesto di fare i tamponi e sierologico a tutto lo staff… Uguale al mio matrimonio…».

La chiusura ovviamente è quella più violenta, rivolta agli haters, che comunque ci sono e continueranno ad esserci nell’era dei social: «Sciacquatevi la bocca zecche… E siate più buoni di cuore, che avete in corpo le serpi…» accusa Elettra.