Coronavirus: 7 team inglesi di Formula 1 per produrre ventilatori polmonari

Coronavirus: 7 team inglesi di Formula 1 per produrre ventilatori polmonari

Il mondo dorato della Formula 1 non sta fermo a guardare l’esplosione della pandemia da Coronavirus. Il governo del Regno Unito ha confermato che sette squadre di Formula 1 con sede in Gran Bretagna hanno deciso di unire gli sforzi e i loro centri tecnologici per fabbricare dispositivi medici per aiutare nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19. Si tratta di Red Bull Racing, Racing Point, Haas, McLaren, Mercedes-AMG, Renault e Williams e hanno dato vita al “Progetto Pitlane” per produrre e fornire dispositivi respiratori.

Tre i flussi di lavoro stabiliti. Si va dall’ingegnerizzazione dei dispositivi medici esistenti al supporto nel ridimensionamento della produzione di progetti di ventilatori esistenti come parte del consorzio VentilatorChallengeUK, passando dalla progettazione rapida e dalla produzione di prototipi di un nuovo dispositivo per la certificazione e la successiva produzione. Con il campionato mondiale stoppato prima ancora di cominciare e un calendario tutto da definire in base all’evoluzione della pandemia, Project Pitlane si concentrerà sulle competenze chiave dei team di Formula 1: progettazione rapida, produzione di prototipi, test e assemblaggio specializzato. Insomma, sulla capacità delle scuderie di rispondere rapidamente alle sfide ingegneristiche e tecnologiche nel settore metalmeccanico.


Veglio vini