Cisternino: affascinante borgo tra ulivi secolari e caratteristici trulli della Valle d’Itria

Cisternino: affascinante borgo tra ulivi secolari e caratteristici trulli della Valle d’Itria

Il borgo di Cisternino in Puglia si trova immerso nella verde campagna ricca di ulivi e  dove predominano i tradizionali trulli tipici della Valle d’Itria, nota anche come la Valle dei Trulli, che si estende tra le province pugliesi di Bari, Brindisi e Taranto.

Cisternino: borgo più bello d’Italia

Cisternino è stato eletto borgo più bello d’Italia e vanta il riconoscimento della bandiera arancione conferito dal Touring Club italiano e inoltre è comune amico del turismo itinerante. E’ conosciuto per il centro storico dove gli edifici si contraddistinguono per il loro tocco orientale ed è caratterizzato dalle tipiche casette bianche addossate l’una all’altra.

Visitando il borgo,  ci si può subito soffermare nella Villa Comunale, che offre un bellissimo panorama sulla Valle d’Itria. E’ ubicata in zona urbana ed è priva di recinzione, quindi liberamente accessibile.

Nelle immediate vicinanze del centro storico possiamo trovare  la Chiesa Matrice di San Nicola, la chiesa principale e la più bella che troviamo a Cisternino. E’ stata edificata nel XIV secolo su di una chiesa paleocristiana dei monaci basiliani ma nel corso dei secoli ha subito rifacimenti che hanno alterato l‘originale aspetto medievale.
Attualmente la chiesa presenta una facciata di gusto neoclassico che fu eretta  nel 1848 abbattendo quella precedente in stile romanico.
Al suo interno troviamo  tre navate divise da colonne con capitelli in pietra di impronta medievale. Nella navata laterale di destra troviamo due cappelle tra il muro che congiunge le due cappelle è collocata una  delle sculture più importanti del rinascimento pugliese: la Madonna con Bambino e offerente, conosciuta anche come  Madonna del Cardellino. Quest’opera, realizzata da Stefano da Putignano nel 1517, rappresenta il tesoro d’arte più prezioso di Cisternino.

Di fronte alla chiesa troviamo la Torre normanno–sveva, detta anche Torre Grande perché era la più imponente  del sistema difensivo della città di Cisternino. Fu costruita tra l’XI ed il XII secolo. Questa torre è alta ben 18 metri, di forma parallelepipeda e molto probabilmente non si trattava di una torre di attacco ma di una torre  vedetta, infatti è collocata sul punto più alto del colle.

Lascia un commento


Veglio vini