Il caffè fa bene al fegato? Ecco la ricerca che lo dimostra

Il caffè fa bene al fegato? Ecco la ricerca che lo dimostra

Si è recentemente scoperto che il caffè fa bene al fegato. A dirlo è la scienza dopo che sono state eseguite alcune ricerche in merito.

Consumare caffè permette infatti di contrarre in misura minore malattie legate al fegato e questa asserzione è valida per il consumo di tutte le miscele, anche quelle decaffeinate.

Consumare caffè fa bene al fegato: i risultati della ricerca

Si è scoperto che una delle bevande più amate degli italiani, ovvero il caffè fa molto bene al fegato. Il suo consumo quotidiano infatti permette di sviluppare in maniera minore malattie croniche del fegato come per esempio le epatiti aiutando anche l’organismo a evitare un accumulo eccessivo di grasso nelle cellule epatiche.

Dalla ricerca si è notato che non è importante la preparazione del caffè né tantomeno la miscela utilizzata: il consumo di caffè sia che sia il classico espresso del bar che la miscela decaffeinato fa bene in tutte le versioni in cui lo si decide di consumare.

La ricerca è stata eseguita dall’Università di Southampton, cittadina del Regno Unito, su quasi 500 mila partecipanti con un’età compresa tra i 40 ed i 69 anni. Di questi quasi 385 mila persone erano bevitori di caffè mentre i restanti non consumavano questa tradizionale bevanda calda.

Lo studio è durato circa 11 anni e i ricercatori hanno potuto analizzare nel corso di questo periodo gli effetti sulle persone messe sotto esame e come il consumo di caffè ha potuto giovare al loro fegato. Gli scienziati hanno evinto come chi era solito bere caffè avesse un 20% in meno di contrarre malattie del fegato e del fegato grasso rispetto ai “non consumatori di caffè”.

Inoltre la ricerca ha evidenziato come più era alta la quantità di caffè consumata al giorno (circa 4-5 tazzine al giorno) e più vi era una fattore protettivo del fegato.

Lascia un commento


Veglio vini