Brad Pitt si traveste da immunologo Fauci e ironizza su Trump a Saturday Night Live

Brad Pitt si traveste da immunologo Fauci e ironizza su Trump a Saturday Night Live

Clamorosa performance di Brad Pitt contro Donald Trump. La stella di Hollywood, amatissimo premio Oscar, ha colto l’opportunità offertagli da Anthony Fauci, l’epidemiologo consigliere della Casa Bianca che sta impazzando negli Usa e che in un’intervista alla Cnn aveva detto che gli sarebbe piaciuto essere impersonato dall’attore al popolare “Saturday Night Live”. Così Pitt, vestendo i panni (e gli occhiali) del 79enne professore salito alla ribalta per le sue spiegazioni chiare, lucide e pacate, capaci di frenare quelle invece enfatiche e confuse del presidente, ha preso in giro proprio Trump. A partire dalla sua dichiarazione che il vaccino contro il Covid-19 arriverà “relativamente presto”. «Una frase interessante» commenta il falso Fauci, dicendo che «relativamente all’intera storia della Terra, certo, il vaccino arriverà presto». Aggiungendo: «Se un amico mi dicesse che arriverà “relativamente presto” e poi arrivasse un anno e mezzo dopo, la conseguenza sarebbe che ne uscirei “relativamente arrabbiato”».

Pitt-Fauci continua commentando un passaggio in cui Trump ha detto che il virus “scomparirà per miracolo”: «Un miracolo sarebbe fantastico, amo i miracoli, ma non dovrebbero essere il Piano A”». E sulla promessa di Trump che “tutti avranno un test”, l’attore travestito da immunologo ribatte con la calma: «Quello che intende è “quasi nessuno”». Al presidente che dice non essere “sicuro che qualcuno sappia davvero che cosa è questo virus”, Pitt-Fauci risponde: «Noi sappiamo che cos’è». Infine l’ironia più pesante sull’ipotesi promossa da Trump di debellare il virus dal corpo “in un minuto” iniettando disinfettante: semplicemente l’attore rimane a bocca aperta, sguardo fisso, muto e sconcertato. Poi si copre il colto con una mano quando è trasmessa la proposta di Trump di colpire il corpo con “luce fortissima” o raggi ultravioletti. «So che non dovrei toccarmi la faccia, ma…» dice Pitt-Fauci togliendosi occhiali e parrucca e ringraziando gli operatori sanitari di prima linea impegnati contro la malattia e il vero Fauci: «Grazie per la calma, la chiarezza, in questo inquietante periodo».