Balayage biondo, cos’è e tendenze

Balayage biondo, cos’è e tendenze

Tutti vanno pazzi per il balayage biondo ma pochi sanno in cosa consista realmente. È per questo che oggi vogliamo dedicare questo spazio ad un approfondimento molto dettagliato sul balayage biondo, la tendenza solare e rinfrescante più richiesta nei saloni dei parrucchieri in tutta Italia.

Balayage biondo cos’è

Si tratta di una popolare e amata tecnica di colorazione dei capelli che ammalia celebrità e persone comuni che somiglia molto ai “vecchi” colpi di sole. In gergo tecnico viene confuso anche con la tecnica dell’ombré e con quella del dip-dye ma il balayage non ha nulla a che vedere con tutto ciò.

Difatti il termine balayage deriva dal francese “spennellare” ed è una tecnica che enfatizza le sfumature del capello dando un effetto luminoso e multi-tono. Quando chiedi un balayage al parrucchiere questo si adopererà per dipingere a mano libera i riflessi e i punti di luce sulla tua chioma con effetti che partono molto vicino all’attaccatura dei capelli.

L’effetto che si ottiene è quello di dare un tocco di colore luminoso come se la chioma fosse letteralmente baciata dal sole passando per sfumature più intense e scure che possono coinvolgere anche gli adorabili color pastello o arcobaleno. Quindi il balayage biondo schiarisce e sfuma la chioma ma la tecnica può essere applicata con qualsiasi colore!

Occhio a non confonderlo con ombré e dip-dye

L’Ombré viene confuso con il Balayage perché si applica a mano libera, sia con l’uso di stagnola che senza. Tuttavia questa tecnica lascia le radici naturali per concentrarsi sulle lunghezze dando una graduazione molto morbida ma che passa da un tono scuro ad uno chiaro.

Differentemente il balayage ha un ordine meno rigoroso e più sparpagliato per creare un effetto naturale che non si riconduce solo alla schiaritura sul biondo. Un’altra tecnica molto simile è quella del dip-dye che consiste in un contrasto molto netto di colore dove sono totalmente assenti le sfumature morbide.

I vantaggi del Balayage

Tra i vantaggi di questa tecnica c’è la possibilità di adattarla a tutte le capigliature, che siano esse lunghe, corte, lisce o ricce. Per “tutte” le capigliature intendiamo anche il colore perché il balayage ha come obiettivo quello di dare risalto al colore di base della chioma arricchendola con le sfumature dipinte a mano dal colorista.

Quindi è in grado di rendere il viso luminoso a prescindere da carnagione, forma del viso e colori della chioma. Le preparazioni chimiche attuali e l’elevato livello di specializzazione fanno si che la decolorazione e la colorazione avvengano con prodotti nutrienti e rigeneranti. Per questo anche dopo il trattamento del balayage biondo la chioma risulta più ricca, nutrita e sana.

Infine tra i vantaggi del balayage c’è la bassa manutenzione che richiede dopo il trattamento in salone che varia in base al tipo di capello e alla sua lunghezza. Serviranno pochi accorgimenti per mantenere vivo il colore applicato e tenerlo sempre luminoso e raggiante come appena uscita dal salone. Chiaramente per beneficiare di questi vantaggi devi rivolgerti ad un colorista esperto altrimenti i risultati possono essere letteralmente disastrosi.

Balayage biondo, tendenze

Le tendenze del momento sul balayage biondo hanno eletto protagonista assoluto un cugino di questa tecnica: il foilyage. In pratica è la medesima tecnica realizzata tramite le cartine di stagnola durante la schiaritura. In questo caso il colorista crea riflessi a mano libera ma per posizionarli al meglio avvolge le ciocche nelle cartine di stagnola per massimizzare la resa del prodotto durante la fase di pre-schiaritura.

Per le colorazioni, invece, si va verso una scelta doppia a seconda dell’incarnato. Per esempio uno dei più richiesti è il balayage biondo su capelli castani che avvolge la chioma di toni sinuosi e avvolgenti con sfumature cineree e colori tenui e delicati. Un mix irresistibile!

Altra interessantissima versione è quella che mescola il biondo cenere con ciocche marrone scuro. In questo modo si crea una combinazione rilassante e sofisticata al tempo stesso capace di rendere la chioma elegante soprattutto con una piega ondulata. Simile a questa versione c’è il balayage biondo argentato a contrasto con le radici nere, ideale per chi ama le tonalità non troppo calde.

Un’alternativa di grande effetto è quella del balayage biondo miele che si sfuma a meraviglia con i toni più scuri e che assume tonalità deliziose in base al colore di partenza. Per chi volesse dare una totale rinnovata alla chioma, infine, suggeriamo il capello mosso con balayage biondo fungo. La riuscita è molto elegante e con i ricci viene sublimata dalle sue mille sfumature che fanno risaltare ancora meglio il colore di partenza e le sue miriadi di sfumature.

Lascia un commento


Veglio vini