Armocromia inverno, i nostri consigli

Armocromia inverno, i nostri consigli

L’armocromia è la scienza che individua la palette di colori ideali per una persona da indossare sotto forma di tinte per capelli, make up e abbigliamento. Questa ricerca viene condotta osservando il colore predominante del volto, il suo sottotono e il livello di contrasto tra tutti gli elementi che compongono il viso.

Si tratta di un metodo sempre più in voga per il quale sono state individuate quattro stagioni di colore per le quali esistono ulteriori quattro declinazioni. Per questo esistono ben 16 categorie di armocromia entro le quali ognuno potrà trovare i colori ideali da sfoggiare per esaltare la propria unicità e la propria bellezza. Oggi ci concentriamo sulla stagione Inverno che, come tutte le altre, si suddivide in Puro, Brillante. Freddo e Profondo.

Le caratteristiche dell’inverno

La palette inverno richiama colori saturi e brillanti dal tono freddo. Bianco, grigio, verde e rosso bacca sono solo alcuni dei colori ideali per chi appartiene a questa stagione. La persona inverno ha un incarnato roseo o olivastro, occhi scuri o brillanti e capelli che spaziano dal castano al nero profondo e corvino. Una stagione inverno potrebbe avere un aspetto mediterraneo ma il contrasto tra capelli-labbra e incarnato rivela un tono freddo come nel caso di Selena Gomez.

Il sottotono della pelle della stagione inverno è freddo e l’incarnato appare chiaro e tendente o al rosa o all’olivastro. Una persona inverno non si abbronza bene e spesso l’abbronzatura risulta disomogenea e arrossata. L’olivastra, invece, non ha problemi di questo genere ma nel complesso risulterà caratterizzata da tonalità fredde. I capelli, invece, spaziano dal castano cenere al nero passando per le tonalità del castano scuro.

Soluzione per pelle, capelli e occhi

Se il tuo aspetto richiama le caratteristiche appena descritte dovrai prediligere colori che risaltino l’effetto freddo per valorizzare occhi, viso e capelli non loro insieme. Per capire meglio se appartieni alla stagione inverno accosta la tua faccia struccata ad un foglio bianco e cerca di capire se l’incarnato tende più al rosa o al giallo. Nel primo caso sarai vicina ai colori freddi e invernali mentre, nel secondo, appartieni alle stagioni calde.

Un altro piccolo test che puoi fare per individuare la tua stagione cromatica è quello di osservare il modo in cui sei solito vestire, i colori che inconsciamente tendi a prediligere e quelli che ti fanno sentire più a tuo agio. Basterà osservare l’armadio per capirlo perché, spesso e volentieri, tendiamo ad acquistare capi di abbigliamento sempre degli stessi colori.

In base a quanto rispecchia la stagione inverno i colori da prediligere sono nero, grigio e tonalità brillanti e fredde. Quelli da evitare assolutamente, invece, sono arancione, marrone e beige.

Sottogruppi dell’inverno

Le stagioni dell’armocromia si suddividono in sotto gruppi che indentificano in modo più specifico le palette ideali per ogni soggetto Una volta che avrai capito di avere un sottotono freddo, quindi, dovrai indagare a quale sottogruppo appartieni tra freddo, brillante o scuro. Per farlo devi individuare gli aspetti dominanti della tua immagine, ovvero ciò che appare più visibile a occhio nudo quando una persona ti guarda per la prima volta.

Nello specifico una persona inverno freddo avrà una pelle chiara e rosa, occhi castani e capelli castani medi o scuri. Il make up in questo caso dovrà essere freddo senza creare troppo contrasto con le base cromatica prevalente. Un esempio di donna inverno freddo cenere è la bellissima attrice Alessandra Mastronardi.

Inverno brillante e incarnato diafane

L’inverno brillante, invece, possiede un elemento che spicca sul volto nel suo insieme: gli occhi. In questo caso questi brilleranno come gioielli sulla pelle chiara e rosa e in contrasto con i capelli castani o neri. Per valorizzare questa stagione occorrerà scegliere rossetti accesi dai toni freddi e un make up che valorizzi gli occhi.

L’inverno scuro, infine, è la declinazione più intensa di questa stagione. Viene spesso abbinato a pelli diafane, ovvero translucide e pallide, delicate al punto da sembrare angeliche. In questo caso la pelle è chiarissima o olivastra lunare e predilige un make up a contrasto come quello realizzato con la tecnica dello Smokey Eye.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.