Anche il basket dice stop, non assegnato lo scudetto

Anche il basket dice stop, non assegnato lo scudetto

Stagione del basket cancellata, scudetto non assegnato. È la decisione presa dalla Federbasket di Gianni Petrucci dopo una consultazione con le società della Serie A. «Ha prevalso il buonsenso – spiega il presidente della Fip -. Di fronte a quello che sta succedendo nel mondo, in particolare nel nostro Paese dove ogni giorno ci sono episodi drammatici, ricoveri, decessi, con cifre impensabili all’inizio, come possiamo pensare di portare avanti un campionato di basket, peraltro senza pubblico e con la possibilità di ulteriori casi? È stato molto bravo il presidente della Lega Gandini, uomo di grande esperienza. Le società si sono rese conto che non era possibile andare avanti anche per etica e buonsenso, abbiamo tante società provenienti dalle regioni maggiormente colpite. Sono sereno e soddisfatto di questa unanimità. Lo scudetto ovviamente non viene assegnato, adesso i presidenti delle Leghe hanno la possibilità di proporre le formule che ritengono più opportune per i prossimi campionati».

Adesso sul tavolo c’è la discussione per il prossimo campionato, a partire dal numero di squadre che lo comporranno e con quali criteri, ma per Petrucci una cosa è certa: «Darà quella spinta nuova che arriva dopo i momenti di crisi, questa è un’occasione più unica che rara, la Lega adesso ha la possibilità di rivedere il numero delle squadre e noi saremo lieti di valutare tutte le proposte in linea con i regolamenti federali». L’ex presidente del Coni si spinge anche a parlare di competizioni internazionali dopo il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al 2021. «Punteremo a farlo rinviare di un anno anche l’Europeo, perché durante l’anno olimpico l’interesse cadrebbe molto e per noi è molto importante perché dopo tanti anni si disputerebbe in Italia».


Veglio vini