Weimaraner, uno dei cani più amati, non solo per la sua bellezza

Weimaraner, uno dei cani più amati, non solo per la sua bellezza

Il Weimaraner o Bracco di Weimar è uno dei cani più nobili ed esclusivi, sopratutto per il suo portamento fiero e regale, il manto grigio elegante e carattere affettuoso, facilmente addestrabile. Si tratta di cani da caccia dal portamento aristocratico, tanto che era l’unico a cui un tempo fosse ammesso vivere alla corte tedesca con i padroni. Da queste origini deriva la sua tendenza a stabilire con gli umani un rapporto affettivo molto profondo che deve essere alimentato da continue attenzioni e manifestazioni d’affetto. Tutto ciò non tradisce, però, il suo istinto di guardia (pare che venisse utilizzato come cane da guardia dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale) e la sua naturale propensione alla protezione del focolare domestico, senza per questo diventare aggressivo nei confronti degli estranei o di altri cani.

Weimaraner: le origini

Pare che sia originario della Germania, più precisamente della città di Weimar. La storia documenta questa provenienza grazie alle testimonianze rinvenute presso la Corte di Weimar nel XVIII secolo. Il sovrano di corte era il Granduca Carl August, cacciatore superlativo, che selezionò la razza per condurla a caccia nelle foreste della Turingia. Nella seconda metà del 1800 il Weimaraner era una razza molto diffusa; anche le guardie forestali gradivano la sua versatilità tanto che venne soprannominato “il cane delle foreste”. Nel 1897 nasce il club tedesco di razza. In Germania iniziò l’allevamento. La prima guerra mondiale interruppe l’allevamento causando l’esportazione di molti soggetti. La selezione riprese nel 1951. Oggi il Weimaraner ha molto successo in America. Tantissime sono le attività in cui è coinvolto: caccia, guida, guardia, cane-poliziotto, agility-dog e perfino investigatore nel narcotraffico. Il vero boom negli USA risale agli anni Cinquanta.

L’aspetto

E’ scattante, agile, con una muscolatura ben sviluppata. Di taglia medio-grande, è un lavoratore instancabile e un atleta formidabile. Lo distingue il portamento elegante ed equilibrato. E’ polivalente, da ferma come da riporto. Ne esistono due versioni: a pelo lungo e pelo corto. Gli elementi predominanti sono il bellissimo mantello grigio cangiante, gli occhi ambrati e la vivacità. Il corpo è sinuoso e allungato. Il collo è snello, lungo e leggermente arcuato; i muscoli forti e gli arti possenti. Gli occhi nei cuccioli sono blu. Le orecchie sono di media lunghezza, piuttosto larghe e protratte in avanti nella posizione di “attenzione”. La testa è asciutta, il profilo nobile e statuario. La coda è corta e a bandiera. I maschi raggiungono i 60-70 cm di lunghezza per 30-40 kg di peso da adulti. Le femmine arrivano fino a 55-65 cm per un peso tra i 25-35 kg. 

Il carattere

In famiglia è un amico molto affettuoso e rispettoso degli spazi altrui. Il rapporto che sviluppa con il padrone è a tratti morboso e per questo soffre spesso la sua assenza e la mancanza di attenzioni. Compagno di giochi eccezionale con i bambini che sanno stimolarlo, stancarlo, educarlo all’autocontrollo e al richiamo. Bisogna evitare i giochi come il lancio della palla o del bastone, perché rafforzano il suo istinto di inseguimento, tipico del cane da caccia. Ha bisogno di fare attività fisica tutti i giorni per tenere in forma la sua struttura ossea e muscolare. Da evitare la vita in solitaria all’esterno che potrebbe indurlo ad assumere comportamenti scontrosi e aggressivi. A causa dell’aspetto nobile e maestoso può dare un’impressione di snobismo e indipendenza. In realtà è socievole e va d’accordo con gli ospiti; apprezza la condivisione con altri cani.

Il cucciolo di Weimaraner

Sin da cucciolo è importante che il comportamento del suo padrone sia sempre coerente e metodico. Così facendo si potrà tenere sotto controllo la sua esuberanza e la sua costante “voglia di fare”. Con un’adeguata educazione si riuscirà a controllare anche l’stinto del cacciatore che lo caratterizza fin dalle origini. L’addestramento deve quindi essere precoce per evitare che il cane sviluppi cattive abitudini. La speranza di vita media di un cane sano è di circa 10-13 anni.

Quanto può costare un Weimaraner

Un esemplare di Weimaraner con tre vaccini, tutti gli esami che garantiscono la sua ottima salute, i controlli, microchip e il pedigree costa intorno ai 2.000 euro. E’ consigliabile acquistare il cucciolo solo dopo aver visionato il pedigree dei genitori. Per quanto riguarda il budget mensile per il suo mantenimento, bisogna contare in media 50 euro al mese per soddisfare le sue necessità. Per essere tranquilli circa la serietà di un allevamento, questo deve prevedere alcuni servizi inderogabili e dare tutte le informazioni richieste circa il cucciolo che intendete acquistare. E’ possibile adottare un cucciolo anche rivolgendovi ai canili, alle associazioni, ai rifugi e ad i negozi di animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.