Valentino Rossi accende i motori in Bahrain sulla Ferrari

Valentino Rossi accende i motori in Bahrain sulla Ferrari

Valentino Rossi riaccende i motori. Non della sua Yamaha M1, ma di una Ferrari 488 GT3 con la quale sabato 9 gennaio in Bahrain andrà all’assalto della 12 Ore del Golfo, l’esordio dell’Endurance e primo atto stagionale in pista. Una passione-divertimento che colmeranno il vuoto delle moto forse già dal 2022 e che il Dottore anche quest’anno dividerà con il suo amico di sempre Uccio (Alessio Salucci) e il fratello Luca Marini, neo promosso in MotoGP con la Ducati del team Esponsarama che per altro rappresenterà il debutto nella top class di VR46.

Valentino Rossi sul circuito di F1

Valentino ha raggiunto il circuito di Sakhir, dove s’è da poco concluso il Mondiale di Formula 1 e dove è stata spostata (sempre per l’emergenza Covid) la gara che da dieci anni si corre a Yas Marins, il circuito di Abu Dhabi dove l’anno scorso, con stessa macchina preparata dal team tedesco Kessel e lo stesso equipaggio salì sul podio assoluto (terzo) e vinse la sua categoria (Pro-Am).

Un’avventura che Rossi prende molto sul serio, visto che ai primi di dicembre ha effettuato un test sulla pista di casa a Misano e che per la 12 Ore del Golf ha rinunciato ancora al Rally di Monza, nonostante fosse stato trasformato nell’ultima tappa del Mondiale WRC e quindi molto appetibile. In Brianza il Dottore ha lasciato spazio all’amico-allievo Franco Morbidelli, suo prossimo compagno di squadra nel team Petronas della Yamaha.

Tanta attesa per l’ultima sfida su due ruote

La nuova (e ultima) avventura sulle due ruote che Valentino aspetta con ansia, come dimostra il videomessaggio di Capodanno già vestito con i colori della squadra malese. «Ho visto quanto ha fatto il team negli ultimi due anni, quindi sono davvero entusiasta di vedere cosa potremo fare insieme. Non vedo l’ora di lavorare con il team e di tornare in pista» le sue parole.

E in attesa dei primi test della MotoGP, confermati dal 19 al 21 febbraio a Sepang, sul circuito di proprietà di Razlan Razali, il patron del team Petronas Valentino si prende tutti i riflettori, anche se blindati (tutti nello stesso hotel, tamponi alla partenza e all’arrivo), Rossi può respirare subito l’aria della pista e della benzina e dell’olio bruciati.

Si parte giovedì 7 con le prime prove libere, seguite venerdì 8 la mattina dalla seconda sessione e il pomeriggio dalle qualifiche (15 minuti per ogni pilota, il miglior tempo stabilità la griglia). Sabato 9 la gara divisa in due parti, con due ore di pausa. Una corsa alla luce del sole, l’altra sotto i riflettori, fino alla notte.

Non l’unico regalo che Valentino s’è fatto per il 2021, l’anno della sua 26ª stagione nel Motomondiale. Il Dottore ha infatti ordinato ai cantieri Ferretti un nuovo yacht, Perhing di 30 metri per sostituire il suo Mochi Craft che ha già 15 anni. Un gioiello da 8 milioni di euro.


Veglio vini