Terremoto a Palermo, nessun danno causato

Terremoto a Palermo, nessun danno causato

Torna a tremare il sud Italia. La zona, storicamente vittima designata dei sisma, è nuovamente stata colpita da alcune scosse. Il terremoto è avvenuto a Palermo questa mattina, attorno alle sei e un quarto. Le scosse sono state di magnitudo 4.3, secondo quanto rilevato dall’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia, e sono state sentite distintamente nel centro del capoluogo siciliano. L’epicentro è stato localizzato fortunatamente in mare aperto ad una profondità di sei chilometri. I tremolii sono stati avvertiti distintamente anche a Isnello, Pollina, Castelbuono, Lascari, Gratteri e Campofelice di Roccella. Molti i siciliani che si sono riversati per le strade.

Terremoto a Palermo, altre due piccole scosse

Altre due piccole scosse hanno successivamente colpito la zona. La prima alle 6.23 e la seconda alle 6.39, entrambe di magnitudo 2.0. La stazione dei pompieri è stata presa d’assalto dalle telefonate ma nessuna di queste parlava di danni o richieste di soccorso. I cittadini volevano solo informazioni. Nel mondo odierno influenzato dai social, sono stati gli stessi abitanti a segnalare il caso e raccontare le loro esperienze direttamente sulle piattaforme digitali. I turisti nella zona sono rimasti molto spaventati dall’accaduto e si sono riversati nelle hall degli alberghi in cui erano ospitati. Tutti hanno ripreso possesso delle loro camere, quando la situazione era ormai tranquilla. Di sicuro una vacanza che non dimeticheranno facilmente. Lo stesso sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina, ha dichiarato di aver sentito l’armadio ballare all’interno della sua camera da letto. La situazione è fortunatamente sotto controllo.

Lascia un commento


Veglio vini