Tattica calcio a 7: schemi, indicazioni ed esempi famosi

Tattica calcio a 7: schemi, indicazioni ed esempi famosi

Tattica calcio a 7 come si costruisce

Per poter schedulare nella maniera corretta una tattica di calcio a 7, è bene conoscere a fondo la materia di cui si sta parlando. Alcuni dei principali siti competenti in materia, evidenziano come la maggior parte dei casi studi inerenti a qualsiasi tattica del calcio a 7 siano effettivamente i portavoce di un calcio propositivo.

La maggior parte degli allenatori, al giorno d’oggi, potrebbe non trovarsi d’accordo con le affermazioni citate, poiché il calcio è diventato ancora di più un vero e proprio sport considerato di contenimento. Oltre che di attacco, naturalmente. Ma la luce di questo cambiamento radicale è innegabile. Così come non si può negare che il principio tattico ho proposto sia a tutti gli effetti degno di lode.

Ciò che vedremo nel corso di questo articolo, infatti, è volto a sottolineare come il calcio a 7 abbia dei presupposto tecnici davvero interessanti. Naturalmente, benché si discostino per forza di cose da quella che è la visione del calcio moderno.

Questo articolo, elenca dunque come il calcio a 7 abbia un approccio tutto sommato offensivo, nonostante la maggior parte delle tattiche sia volta anche ad uno sguardo un po’ più contenuto. Ma tralasciando gli aspetti tecnici, vediamo insieme di capire in cosa consiste questa tattica.

Calcetto tattiche

Solitamente, come da tradizione, il calcetto presenta delle squadre che sono composte rispettivamente da 5 squadre. In questo caso, nel calcio a 7 si considera anche il portiere in quella che è la scrittura dei moduli, la quale include il fatto che ci sia anche il portiere. Facendo l’esempio pratico con quello che sarà appunto il modulo che prenderemo come riferimento, vale a dire l’1-3-2-1, ci renderemmo conto come quell’uno sia effettivamente rappresentato dal portiere.

Questo ruolo alle volte svolge anche la funzione di libero, come vedremo in tutte quelle partite che si svolgono in maniera del tutto regolare. Ad ogni modo, tra le tante tattiche che ci sono nel calcetto tradizionale, quella che possiamo andare a prendere in considerazione è quella fornita dagli istruttori del settore giovanile del Barcellona, i quali nel mondo del calcio, così come nel nel mondo del calcetto, a livello giovanile hanno saputo riscrivere una disciplina.

Tutti i dettami di quella che è una disciplina sportiva seguita in tutto il mondo, insomma. L’approccio offensivo degli uomini dal Barcellona, orientato ovviamente ad uno stile un po’ più difensivo, ha fatto scuola in tutti i settori giovanili d’Europa e non. Nel prossimo paragrafo, parleremo nel concreto di calcio a 7 e di tutti i suoi derivati.

Calcio a 7 tattica: approccio difensivo

L’approccio tattico proposto da questa tattica che si usa nel calcio a 7 riguarda sostanzialmente la ricerca di profondità e di ampiezza di gioco. Il gioco in questione, a tal proposito, deve essere molto veloce, in pieno stile blaugrana. Considerando il fatto che anche la prima squadra a livello professionistico nel mondo del calcio a 11 ha sempre adottato questo modulo, oltre ad aver sempre giocato con questo tipo di filosofia calcistica.

Sostanzialmente questa filosofia calcistica, inoltre, pone una grande attenzione, nonché praticamente tutto un accento unico sui tempi di gioco, passare il pallone con i giusti tempi di gioco e con la giusta dose di delicatezza del passaggio in questione è un passaggio fondamentale.

Per coloro che vogliono effettivamente fare un vero e proprio salto di qualità in termini di gioco, un altro aspetto di fondamentale importanza per quanto riguarda questa tattica di calcio a , è quella di attaccare e allo stesso tempo di difendere la propria posizione con tutti gli uomini che fanno entrambe le fasi.

Questo poiché si darebbe un maggiore equilibrio a quello che all’apparenza potrebbe sembrare un gioco più offensivo che difensivo. Creando di conseguenza degli evidenti squilibri per quanto riguarda le varie fasi di gioco.

Tattica calcio a 7 ruoli

Come ben sappiamo, nel calcio a 11, così come nel calcio a 7, ogni ruolo ha una sua fondamentale importanza. Partendo dal portiere, per esempio, in questa fase di tattica del calcio a 7 dovrà essere molto abile all’utilizzo dei piedi. Questo, In modo tale da poter ingannare gli avversari andando a rilancio.

Dal canto loro, gli avversari non si aspetterebbero mai che il portiere vada a rilanciare preciso per il suo compagno di squadra. Questo, potrebbe mettere in seria difficoltà la linea nemica, come si suol dire. Per quanto riguarda il difensore, invece, lo stesso protettore della retroguardia deve essere abile con l’utilizzo dei piedi. In modo tale che l’attaccante possa essere messo nella condizione di segnare anche tramite contributo in arrivo dalla sua difesa.

Ultimo, ma non per importanza, il ruolo dell’attaccante. Questo, infatti, deve fare sicuramente il movimento in fascia per far sì che venga favorito l’inserimento del centrocampista.

I centrocampisti, a tal proposito, devono sempre muoversi e smarcarsi per far sì che gli avversari non badino tanto alla presenza dell’attaccante, il quale, indisturbato, potrebbe anche facilmente arrivare a quella che è la conclusione. Naturalmente, si sta parlando comunque di uno scenario ipotetico in cui questa tattica effettivamente abbia una sua efficacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.