Super Wierer nell’esordio: Miss Biathlon trionfa in Finlandia

Super Wierer nell’esordio: Miss Biathlon trionfa in Finlandia

Alla vigilia della gara d’apertura della stagione Miss Biathlon si era nascosta, quasi volesse spegnere i riflettori inevitabilmente accesi su di lei. In pista invece Dorothea Wierer ha sfoderato gli artigli, vincendo un’appassionante Individuale femminile (15 km con 4 serie di tiro al poligono) sulla pista finlandese di Kontiolahti, dove cinque anni fa fallì il bronzo iridato sempre nell’individuale a favore di Kaisa Makarainen. Stavolta invece la fenomenale altoatesina delle Fiamme Gialle, regina di Coppa del Mondo nelle ultime due stagioni e soprattutto dei Mondiali di casa ad Anterselva, è riuscita a resistere al travolgente finale della tedesca Denise Herrmann.

Wierer, grande protagonista

Uscita dall’ultimo poligono, dove ha centrato 20 bersagli su 20, con un vantaggio di 41”, la Wierere s’è vista recuperare quasi tutto il margine dalla tedesca, battuta perà sul traguardo per appena 8 decimi. Completa il podio la svedese Johanna Skottheim, staccata di 24″1.

Wierer, al nono sigillo in carriera in una gara individuale (la quarta nella specialità), ha saputo gestire le forze nel modo migliore, con quattro poligoni perfetti che le hanno permesso di controllare la situazione nel fondo e porre subito le basi per un’altra stagione da grande protagonista.

«Ho avuto subito un buon feeling sugli sci e soprattutto al tiro – spiega la 30enne finanziera di Anterselva -. La gara è stata molto dura, soprattutto nell’ultimo giro perchè la forma non è ottimale, spero arriverà strada facendo. Sono stata molto attenta al poligono, sapevo che avrei dovuto rimanere concentrata al tiro e non fare errori per avere chance di successo. Il distacco su Herrmann? L’ho visto solamente alla fine, questa volta è andata bene a me, altre volte sono stata sfortunata io, ma sarei stata ugualmente contenta anche di un secondo posto. Adesso sono stanca perché era tanto tempo che non gareggiavamo e c’è poco tempo per recuperare le energie in vista della sprint».

Giornata da dimenticare invece per il resto della squadra azzurra, con Federica Sanfilippo 47ª, Lisa Vittozzi 84ª (con quattro errori nella prima serie che ne hanno compromesso la prova), Nicole Gontier 85ª e Irene Lardschneider 89ª. Tra gli uomini (20 km) invece 20° posto per Lukas Hofer.


Veglio vini