Scuola Calcio: Guida alla Scelta

Scuola Calcio: Guida alla Scelta

Tuo figlio è un appassionato di calcio e ha espresso il desiderio di entrare in una squadra di calcio. Ma quale scuola calcio scegliere?

Lo sport è una componente molto importante nella vita di un bambino e si deve sempre incoraggiare la pratica sportiva sin dalla tenera età. Ma non tutte le realtà presenti possono davvero fornire un’esperienza educativa degna del suo nome.

Ecco una breve guida per valutare correttamente la scuola calcio per tuo figlio e vivere con lui un’esperienza sportiva e formativa unica.

Scuola Calcio: Scegliere la Migliore

Se siamo in procinto di scegliere una scuola calcio per nostro figlio bisogna valutare correttamente quelle più vicine o più comode al nostro domicilio. Ma non solo. Bisogna saper individuare la migliore scuola che abbia tutti requisiti al posto giusto.

Innanzitutto l’ambiente nel quale viene svolta l’attività sportiva: gli allenamenti scuola calcio devono avvenire in un luogo sano. Il Fair Play deve essere la filosofia educativa principale: la scuola deve insegnare le regole del gioco ed infondere la bellezza di questo sport ma senza fare troppo leva sulla vittoria ad ogni costo.

I formatori devono essere qualificati ed infondere coraggio, autostima e fiducia ai giovani calciatori, riuscendo nel difficile intento di insegnare che la vittoria è sempre la vittoria di una squadra e mai del singolo.

Per rendersi conto se quella che abbiamo davanti è la scuola calcio migliore per nostro figlio si può andare a far visita a qualche allenamento e notare alcuni particolari: i mister lasciano troppo tempo i bambini in panchina? Fanno giocare tutti gli allievi a turno oppure qualcuno viene escluso? Urlano o recriminano errori e sbagli dei bambini?

Un altro fattore molto importante sono le infrastrutture: queste devono essere adeguate con spazi ampi nei quale l’allenamento calcio bambini può svolgersi in maniera completa.

A tal proposito non bisogna dimenticarsi di ispezionare gli spogliatoi e le docce, ambienti che verranno utilizzati frequentemente dai bambini.

Le Categorie della Scuola Calcio

L’iscrizione ad una Scuola calcio può essere fatta per i bambini con almeno 6 anni di età. Vi sono poi diverse categorie in base all’età dei piccoli calciatori.

La prima categoria, definita “primi calci” parte dai 6 anni di età e va fino agli 8: gli allenamenti si svolgono in campi di dimensioni ridotte ed anche i palloni utilizzati sono più leggeri rispetto a quelli standard.

Vi sono poi i “pulcini” la fascia che comprende bambini che giocano a calcio dagli 8 ai 10 anni. Le partite per i pulcini sono solitamente da 3 tempi da 15 minuti l’uno.

L’allenamento calcio bambini 10 anni fino ai dodici si struttura all’interno della categoria degli “esordienti”: è a partire da questa fascia di età che le squadre formate non possono più essere miste ma devono essere o di sesso maschile o di sesso femminile.

Per “giovanissimi” vengono contemplati i ragazzi tra i 12 ed i 14 anni di età che iniziano a giocare in campi da calcio dalle dimensioni standard. Segue la categoria degli “allievi” che va dai 14 ai 16 anni di età e che può iniziare a giocare in vari campionati: provinciale, regionale oppure a livello nazionale.

Per i ragazzi più grandi vi sono infine le categorie “juniores” nella quale possono rientrare calciatori fino ai 18 anni di età mentre per la squadra della “Primavera” il limite di età per accedervi è vent’anni.

Scuola Calcio per bambini: quale scegliere

Calcio: un allenamento equilibrato per i bambini

Il calcio è uno degli sport più amati, soprattutto in Italia. Riesce a coniugare forza, velocità, resistenza e coordinazione ed impartire ai bambini le buone regole di comportamento.

Praticare questo sport può aiutare il bambino a sviluppare correttamente il suo sviluppo psico-fisico: per fare ciò il calcio deve essere visto da tuo figlio come un divertimento, un gioco, un momento di condivisione con gli altri bambini.

Nello specifico il calcio è un buon allenamento per sviluppare correttamente la muscolatura inferiore dato che vengono sollecitate notevolmente le gambe. L’attività aerobica si unisce a quella anaerobica ed è molto consigliato nei bambini perché possono ridurre facilmente la massa grassa e arginare il pericolo di obesità.

Ma ciò che rende il calcio – come anche gli altri giochi di squadra – uno sport molto educativo è la componente sociale: la socializzazione in questo sport è molta e riesce a creare naturalmente rapporti interpersonali oltre che far fiorire amicizie.

L’allenamento offerto ai bambini iscritti in una scuola di calcio gli offre la possibilità di imparare le regole del gioco ma anche qualità come il rispetto e lo spirito di gruppo: vi è non solo il rispetto delle regole ma anche quello per l’avversario, per i propri compagni di gioco e per il mister.

Si genera un naturale spirito di gruppo tra i compagni ed anche una sorta di responsabilità verso la squadra. Quest’ultima peculiarità fa sì che il bambino si impegni con tutte le sue forze verso un obiettivo comune e questo è un elemento chiave per il corretto sviluppo educativo dei bambini.

3 Esercizi di Calcio per bambini

Quali esercizi calcio bambini ed esercizi di scuola calcio solitamente si praticano negli allenamenti?

Il formatore trasforma in forma di gioco quelle che sono le regole principali dello sport del calcio.

Un primo esercizio può essere quello del “Fare goal nella porta“: l’esercizio viene svolto dividendo i bambini in 4 squadre. Viene posto come obiettivo ad ognuno di loro il calciare il pallone per farlo entrare nella rete, segnando così un goal.

Un secondo esercizio può essere definito “Trova il tesoro“: al centro del campo vengono sistemati svariati palloni ed i bambini sono suddivisi in due squadre. L’obiettivo è quello di prendere i palloni e portarli verso una zona del proprio campo definita “isola”. È permesso cercare di prendere il pallone all’avversario prima che arrivi alla destinazione stabilita.

Un terzo esercizio molto utilizzato all’interno delle Scuole Calcio è il Percorso ad Ostacoli: questa prova prevede che prima di raggiungere il pallone, posizionato in un determinato cerchio, il bambino debba saltare degli ostacoli ed effettuare degli slalom tra coni oppure birilli posti sul campo da gioco.


Veglio vini