Santuario di Oropa: magia in Piemonte

Santuario di Oropa: magia in Piemonte

Per i suoi tesori e la sua bellezza è uno dei gioielli piemontesi che vale la pena visitare. E’ il più importante Santuario mariano delle Alpi. Si colloca in uno scenario unico e incontaminato a 1200 m. di altezza, a soli 20 minuti dal centro di Biella. Dedicato alla Madonna Nera, è un luogo di pace immerso nel verde, dove trascorrere momenti lontani da caos e stress quotidiani.

Si trova tra le montagne biellesi ed è l’arrivo di un percorso sacro che attraversa 19 cappelle dedicate alla Vergine. E’ stato inserito nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

Il percorso sacro parte da Roppolo e continua lungo un tragitto che conduce al sacro monte di Oropa. Chi si mette in marcia dovrà affrontare tre giorni di cammino circondati dai bellissimi paesaggi del Biellese.

Per la tradizione, l’edificio è stato costruito nel IV secolo per volontà di Sant’Eusebio. Per gli studiosi, invece, risale al 1200. La statua della Madonna Nera si trova all’interno e richiama pellegrini e fedeli fin dal 1300. Nel corso degli anni, il Santuario ha subito diverse modifiche e aggiunto diversi parti, diventando così un complesso maestoso.

Il Santuario è composto dal Chiostro, dalla Basilica Antica, dalla Basilica Nuova, il Museo dei Tesori, l’Appartamento Reale dei Savoia, il Sacro Monte, l’Osservatorio Meteorosismico, la Biblioteca e gli edifici laterali con più di 300 camere dove possono essere ospitati i pellegrini.

Nel Santuario sono presenti 12 cappelle, costruite tra il 600 e il 700, tutte dedicate alla vita della Madonna, con all’interno delle statue a grandezza naturale.

L’area del Giardino Botanico è Oasi del WWF che protegge e valorizza la flora alpina.

Il Santuario è anche il luogo ideale per le persone che amano le passeggiate in alta montagna. Dal Santuario si possono raggiungere numerosi rifugi alpini e, grazie ad una funivia, si può raggiungere il Lago e la stazione sciistica del Mucrone.

Lascia un commento


Veglio vini