Samsung S24 Ultra AI totalmente rinnovato: le esperienze inaudite

Samsung S24 Ultra AI totalmente rinnovato: le esperienze inaudite


play Ascolta questo articolo

L’avvento del Samsung S24 Ultra AI rivoluzionerà l’intero mercato degli smartphone. Il colosso Sud Coreano ha pensato bene di dar peso più all’evoluzione e all’esperienza dell’utente, piuttosto che alle caratteristiche tecniche, molto simili al suo predecessore (S23).

La vera novità – materiali a parte – dell’S24 Ultra, sta nell’integrazione dell’intelligenza artificiale. Un software completamente rivisto dalla multinazionale di Suwon, che funziona come un vero assistente digitale 24 ore su 24.

Samsung S24 Ultra AI: la rivoluzione è arrivata

Il primo punto rivoluzionario di Samsung S24 Ultra AI è proprio l’integrazione con l’intelligenza artificiale. Anche se in diverse occasioni abbiamo analizzato i rischi di questa tecnologia, in questo caso la società sudcoreana ha messo in evidenza una vera e propria rivoluzione.

L’esperienza utente sarà completamente rivoluzionata grazie ad un software molto più intelligente. Prima di tutto, qualora qualcuno ci chiamasse e noi non siamo disponibili, l’AI invierà subito un messaggio di testo in cui specifica l’irreperibilità.

Un’altra chicca riguarda la chiamata affidata del tutto all’intelligenza artificiale. Immaginando di essere in una riunione di lavoro, e aver l’occasione di scrivere senza poter rispondere, una volta inoltrato il messaggio l’intelligenza artificiale contatterà – a voce – l’interlocutore riportando esattamente quanto scritto.

L’esperienza ancor più – positivamente – sconvolgente, riguarda la traduzione in tempo reale delle chiamate. Una chicca indispensabile qualora – anche per lavoro – dovessimo parlare più lingue e magari non avremmo piena padronanza di un linguaggio estero.

Basterà inserire all’interno del sistema Android la lingua originaria e quella da tradurre, e l’assistente virtuale provvederà a parlare con l’interlocutore nella sua lingua originaria, e il mittente potrà ottenere la traduzione istantanea (in testo).

L’unica pecca, è che una volta conclusa la chiamata il testo si perderà. Sarebbe interessante poterlo salvare in una nota per poterlo consultare una volta successiva.

Editing in un solo click

L’intelligenza artificiale del Samsung S24 Ultra interviene anche sull’editing delle immagini. Non sarà più necessario dover dispendiare tempo, energie e ore in semplici ritocchi, quando sarà sufficiente affidarsi all’AI del colosso sudcoreano.

Per fare un esempio pratico, è sufficiente andare nella galleria delle immagini, cercare il contenuto da voler ritoccare con un solo tap è possibile spostare o rimuovere oggetti, o ancora sistemare la luce affinché la fotografia possa risultare più o meno nitida.

Circle and search avanzata

L’intelligenza artificiale di Samsung ha migliorare il circle and search lanciato da un po’ di tempo da Google. Una volta cerchiate le immagini o le foto di un oggetto di nostro interesse, con un semplice click quest’ultimo sarà possibile trovarlo in rete.

La funzione è estesa a qualsiasi parte del sistema si voglia cerchiare. Si può fare sia con il dito che con l’S Pen, direttamente da una immagine estrapolata dal web, dal feed di Instagram, da un fermo-immagine di un video pubblicato su YouTube, e poi attivare la ricerca.

Samsung s24 Ultra AI recensione tecnica

Sul Samsung S24 Ultra ci sarebbe parecchio da dire. Grazie alla recensione estrapolata da diversi content creator e youtuber, possiamo affermare che il nuovo gioiellino sudcoreano è uno dei top di gamma Android più evoluti e performanti su tutto il mercato della telefonia.

Leader fotografico

L’24 Ultra sudcoreano conferma la sua leadership nel comparto fotografico, posizionandosi tra i migliori camera phone dell’intero settore. Il nuovo modello mantiene invariate le caratteristiche tecniche del suo predecessore, salvo la lente periscopica, che dai vecchi 10X passa a 5X ma con sensore più ampio, da ben 50 megapixel.

A migliorare le foto e i video notturni ci pensa l’integrazione della funzionalità “Nightography“, il cui risultato è ancora più sorprendente grazie alla funzione Space Zoom, sfruttata appieno delle sue risorse. La qualità multimediale è senza rivali (almeno per il momento).

Prestazioni

Nulla da dire né sull’ergonomia e neppure sulle prestazioni tecniche. L’integrazione del processore Snapdragon 8 Gen 3 ottimizzato per la serie Galaxy, non può che rendere il sistema ancora più fluido, veloce e perfetto per supportare la “pesantezza tecnologica”, dell’intelligenza artificiale.

Le modifiche sullo schermo Dynamic Amoled 2X da 6,8 pollici si sono rivelate assolutamente fantastiche. Samsung è tornata al display piatto (abbandonando quello curvo), protetto dai nuovi Gorilla Glass Armor, che rendono una visione più nitida grazie alla riduzione dei riflessi di luce.

Bene perfino la luminosità, che raggiunge un tetto massimo di 2.600 nit con frequenze d’aggiornamento adattiva a 1-120 Hz.

Prezzo giusto?

Una nota dolente – forse l’unica – del Samsung S24 Ultra è il prezzo. Dimentichiamo i top di gamma Android (ma anche di qualsiasi altro brand così autorevole), a 700 euro. Con la nuova era, a maggior ragione con i sistemi integrati di AI, difficilmente si pagherebbe meno di 1.200€.

La versione S24 Ultra da 256 GB ha un listino – salvo offerte promozionali – di 1.499€, per poi aumentare a 1.619€ per il modello da 512 GB ed infine, 1.859€ nel caso in cui si volesse quello da 1 TB.

Autonomia

Prima di giungere alla conclusione di questa recensione del Samsung S24 Ultra AI, diamo un’occhiata all’autonomia. La batteria che monta è da 5000 mAh, che se unita alle performance del processore Snapdragon 8 Gen 3 e al consumo decisamente ridotto del nuovo schermo, l’autonomia dichiarata è più di 7 ore con il display acceso.

In giornate meno intense, la società sudcoreana dichiara un’autonomia da otto ore e mezza o perfino nove. Unica pecca è la ricarica rapida, il cui tetto massimo è 45W con il 65% di carica (raggiungibile in mezz’ora).