Racchetta principiante, quale scegliere?

Racchetta principiante, quale scegliere?

Racchetta principiante come sceglierla?

La scelta della propria racchetta principiante, è senza alcuna ombra di dubbio un punto nevralgico per chi si accinge a fare tennis. Appena si iniziano queste attività, si ha sempre una sorta di paura di fondo.

Questo, poiché sbagliare a noi esseri umani non piace proprio, e siamo troppo duri con noi stessi alle volte. Le mille questioni che ogni volta ci perseguitano, fanno sì che i nuovi inizi siano sempre tendenzialmente un po’ traumatici.

Appena presa confidenza con una nuova cosa, siamo tuttavia decisamente più confidenti. Sia verso noi stessi che verso la disciplina in sé, di conseguenza. Nel tennis questo principio è più valido che mai.

Essendo uno sport molto tecnico e anche molto difficile come approccio iniziale, sbagliare è davvero facile. Ma grazie alla costanza e ad un impegno proporzionato alla propria volontà, se non oltre, è anche altrettanto facile migliorare.

Magari non subito, certo. Ma come per qualsiasi cosa, ci vogliono tempo e fatica per vedere dei risultati concreti. Senza ombra di dubbio, imparare dai propri errori ha i suoi vantaggi. Ma un altro vantaggio, in questo sport più che mai, è l’avere una giusta racchetta principiante.

Uno strumento ottimale e adatto alle proprie esigenze, è infatti in grado di fare la differenza in una maniera clamorosamente determinante.

Racchetta da tennis per iniziare

Nel paragrafo introduttivo, dunque, abbiamo fatto una sorta di elogio alla racchetta per principianti. Questo, poiché è il primo ed effettivo approccio pratico alla disciplina, e in quanto tale deve essere ottimale.

Non ci si riferisce ovviamente alle prestazioni e ai relativi risultati che ne derivano. Ovviamente, essendo agli inizi dello sport sbagliare sarà davvero facile. Ma ciò che conta, intanto, è avvicinarsi alla materia con delle attrezzature adeguate. Ed è proprio per questo, che scegliere una racchetta con cui iniziare deve essere la priorità assoluta di tutti gli esordienti.

Come vedremo più avanti, per compiere questa scelta in maniera giusta e ponderata ci sono dei parametri precisi da rispettare. Dal peso passando allo spessore e alla lunghezza del piatto corde. Questi, sono tutti dettagli a cui bisogna prestare molta attenzione, essendo delle componenti molto importanti per chi inizia le prime volte.

Con una strumentazione adeguata alle proprie esigenze, non sarà un problema avere una bella esperienza e dei risultati quantomeno decenti già dagli inizi.

Nel prossimo paragrafo, dunque, entreremo nel dettaglio mettendo alla luce tutte le caratteristiche di una racchetta ideale.

Racchetta da tennis per principianti

Una racchetta da tennis per principianti, dunque, va scelta secondo vari parametri. Parametri che, come promesso qualche riga sopra, elencheremo qui di seguito.

Il primo aspetto da considerare, è quello del piatto corde. La grandezza ideale di questa componente della nostra racchetta, deve essere di circa 100 pollici quadrati. Questa grandezza, è ottimale se si vogliono ottenere delle performance stabili grazie alla tensione delle corde in questione.

La misura corretta per quanto riguarda l’intreccio tra tutte le corde presenti, è quanto di più classico ci possa essere. La cifra in questione, corrisponde infatti a 16 corde verticali x 19 orizzontali.

Il peso, deve essere leggero e maneggevole ovviamente, ma allo stesso tempo deve anche permetterci di esprimere tutta la potenza di cui disponiamo su larga scala o su ristretta scala. Idealmente, si può scegliere una racchetta di circa 300 grammi.

Anche il bilanciamento fa certamente la sua parte. In questo caso, la misura considerata “canonica” è di circa 31 centimetri. Non di più e non di meno, se possibile.

Nel prossimo paragrafo, dopo aver dunque preso coscienza di quelle che sono le caratteristiche più importanti che bisogna osservare, parleremo di un altro aspetto molto utile. La questione che andremo ad approfondire, è quella relativa al prezzo.

Racchetta principiante prezzo

Le migliori marche di produttori di racchette da principianti, stando a quanto evidenziano le varie ricerche, sono molto simili tra loro. Il settore di riferimento, nonostante permetta di praticare questo sport pur senza grandi mezzi, ha dei prezzi piuttosto esigenti di per sé.

Il mercato tennistico, di fatti, ha dei veri e propri pezzi pregiati al suo interno. Per i principianti, la fascia di prezzo ideale può imporre anche un tetto massimo di circa 100 euro. Imposizione a fin di bene, dunque.

Alcune racchette, a seconda del loro materiale e della loro struttura, consentono di sbagliare un po’ più del solito. Grazie alla tensione del loro piatto corde, infatti, un colpo poco elegante potrebbe comunque rivelarsi molto efficace.

Per i giocatori principianti ma comunque già navigati rispetto alla media, queste racchette potrebbero non essere sufficienti a proseguire. Ma per chi non ha mai calcato un campo da tennis nel corso della sua vita, sono scelte che vanno più che bene.

Se si vuole fare un upgrade, un piccolo vantaggio di fondo lo si ha ancora: i parametri elencati, di fatti, vanno benone anche per il livello del giocatore intermedio.

Lascia un commento


Veglio vini