Pastore tedesco, il cane da guardia più popolare nel mondo

Pastore tedesco, il cane da guardia più popolare nel mondo
Ascolta l'articolo

Il pastore tedesco è una delle razze di cani da guardia più popolari e temute, ma anche un tenero amico a quattro zampe da coccolare. In effetti è il primo che viene in mente quando si pensa ad un cane da difesa. Dall’aspetto simile a quello di un lupo, in realtà sa essere anche docile e affettuoso con i suoi padroni.

La storia

La nascita del pastore tedesco come razza risale solo alla fine del 1800. Teatro ne è ovviamente la Germania, più precisamente la città di Dresda. Qui il capitano dell’esercito prussiano Max Von Stephanitz iniziò a combinare incroci tra i cani pastore e la femmina di un lupo per ottenere dei cani da lavoro particolarmente robusti e resistenti. Nel 1899 vennero definiti gli standard della razza e contemporaneamente fu fondata l’Unione del cane da pastore tedesco. Nonostante sia una razza abbastanza recente, oggi è la più diffusa in tutto il mondo. In Italia compare solo nel 1906, durante l’Esposizione Canina Internazionale di Milano, ma iniziarono ad essere realmente conosciuti dai nostri connazionali solo dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Pastore tedesco, aspetto e dimensioni

E’ muscoloso, magro e tonico. I maschi sono alti dai 60 ai 65 centimetri, le femmine da 55 a 60 centimetri. I maschi vanno dai 30 ai 40 kg, le femmine dai 22 ai 32 kg. E’ un cane di taglia grande, dalla struttura leggermente allungata, di buona robustezza e muscolatura. Il carattere è equilibrato, dai nervi saldi, sicuro di sé, di indole tranquilla con i familiari e assolutamente buona salvo provocazioni. È docile, ma caratterizzato da buona combattività, tempra e coraggio; doti che lo rendono facilmente addestrabile a tutti gli impieghi. La testa vista dall’alto è cuneiforme, la fronte leggermente convessa presenta un solco mediano appena accennato. Le rime labiali devono essere preferibilmente tese e di colore scuro. La forma degli occhi è a mandorla. Le orecchie triangolari, erette, rivolte in avanti. La canna nasale è dritta col tartufo di colore nero. La mascella e la mandibola sono dotate di buona muscolatura. Il collo è forte e robusto. Ha bisogno di grandi spazi in cui poter correre e scaricarsi.

Come si comporta il pastore tedesco

E’ un cane che segue la disciplina e si lascia addestrare facilmente. Molto fedele e sicuro di sé, riesce a tenere tutto sotto controllo, difendendo il suo territorio. Ha un temperamento equilibrato ed una grande capacità di adattarsi a qualsiasi situazione, molto intelligente e di una lealtà incomparabile. E’ anche giocherellone e socievole e ama costruire un rapporto di fiducia e contatto con il padrone. È davvero raro che si lasci intimorire da persone e situazioni, è molto intelligente e di base non è un cane aggressivo né impulsivo. Occasionalmente si lascia irretire da cani piccoli, ma risponde bene ai richiami anche in situazioni di stress. Il suo carattere obbediente e il grande rispetto per il lavoro assegnato, gli hanno concesso diversi ruoli importanti. Oggi trova impiego come cane guida per le persone affette da cecità, cane da valanga, cane da catastrofe e cane da ricerca in superficie.

Pastore tedesco cucciolo

Ha bisogno di molte attenzioni e impegno per essere educato. Senza un addestramento serio e completo può diventare prepotente. E’ molto importante non usare la forza, benché il suo aspetto, a volte, possa impressionare e sembrare aggressivo. In fondo è molto sensibile. Evitate quindi i metodi tradizionali di addestramento come collari a strozzo o a punte e le punizioni. Trarrà più beneficio da una relazione basata sulla fiducia. Per facilitare la convivenza e garantire la serenità della famiglia, è meglio rivolgersi ad un esperto educatore cinofilo. Se cercate un animale affettuoso e calmo, si consiglia di prendere una femmina. Altrimenti, anche se più orgoglioso, il maschio adora il suo padrone e gli sarà eternamente fedele. Prima di adottare un cucciolo, battete le mani. Se è spaventato dal rumore, non sarà in grado di soddisfare le vostre richieste. Se invece dimostra coraggio e non distoglie lo sguardo, sarà un compagno perfetto.

Il prezzo

Il prezzo del pastore tedesco varia dai 1.000 ai 2.000 euro, ma se lo acquistate in un allevamento tedesco, dove la razza è sicuramente più pura, il prezzo parte dai 2.000 euro. Per il suo mantenimento bisogna prendere in considerazione le numerose spese che dovranno essere affrontate, soprattutto le esigenze in fatto di alimentazione, oltre alla cura in sé del cane. Quando prendete un cucciolo, è fondamentale che l’allevatore abbia già provveduto a registrarlo all’anagrafe canina, effettuando le dovute visite mediche e le vaccinazioni di routine. Insieme a questi documenti, andranno consegnati anche il pedigree e la genealogia del cane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.