Il Parco Tutti Assieme, un’area verde a ridosso del Raccordo

Il Parco Tutti Assieme, un’area verde a ridosso del Raccordo

Famosa in tutto il mondo per la sua storia e i tanti monumenti che la impreziosiscono, Roma non è soltanto la città dei Fori Imperiali, del Colosseo o del Vaticano, che ogni anno attirano nella capitale migliaia di turisti. La metropoli capitolina vanta anche numerosi giardini, parchi e aree verdi, alcuni dei quali adibiti non solo alla ricezione turistica ma anche ad attività ludiche e ricreative. Tra questi, vi è il Parco della Mistica, che sorge tra la Casilina e la Prenestina, a ridosso del Grande Raccordo Anulare.

Com’è nato il Parco della Mistica

All’interno della Tenuta della Mistica (un’area di 33 ettari tra Tor Sapienza, Tor tre Teste e Torre Maura) si trova una delle più estese e famose aree giochi di Roma: il Parco Tutti Insieme; quest’ultimo, come si legge sul sito turistico ufficiale della città, “è un progetto fortemente voluto dalla Associazione Nazionale Italiana Cantanti che, grazie ai fondi raccolti con gli eventi denominati “La Partita del Cuore”, lo ha realizzato con lo scopo principale, racchiuso proprio nel nome stesso del parco, di creare una struttura e un luogo di incontro dove poter vivere e sperimentare tutti insieme sia l’aspetto ludico-relazionale, che quello sportivo”.

Il Parco Tutti Insieme è stato inaugurato l’8 giugno 2014; è stato realizzato dalla ONLUS “Fondazione Parco della Mistica”, che raggruppa quattro realtà diverse: l’Associazione Nazionale Italiana Cantanti, la Fondazione Capitano Ultimo, il Consorzio di Cooperative Sociali Tiresia e la Cooperativa Sociale Maia.

Alla cerimonia inaugurale del taglio del nastro del Parco Tutti Insieme sono intervenuti molti volti noti della Nazionale Cantanti e del mondo dello spettacolo: Marco Masini, Fabrizio Frizzi, Luca Barbarossa, Niccolò Fabi, Andrea Perroni e Neri Marcorè. “Per la prima volta abbiamo scelto di utilizzare una parte degli incassi derivanti dalle “Partite del cuore” per realizzare un progetto gestito direttamente da noi”, spiegò l’allora presidente della Nazionale Italiana Cantanti, Luca Barbarossa.

Cosa si può fare nel Parco della Mistica

Il Parco della Mistica è uno spazio destinato a diverse attività, “totalmente accessibile e fruibile anche dai diversamente abili (specialmente quelli non deambulanti)”, come spiega il sito turistico di Roma. L’area giochi si estende su di una superficie complessiva di 4 ettari, all’interno dei quali si trovano:

  • Un parco giochi per bambini, la cui conformazione è stata appositamente studiata per favorire la condivisione dei giochi da parte degli utenti;
  • Un impianto da minigolf da 18 buche, omologato anche per lo svolgimento di gare ufficiali organizzate dalla FIGSP (Federazione Italiana Golf su Pista);
  • Un’area pic-nic, attrezzata con gazebo e barbecue;
  • Un biolago, che utilizza una combinazione di specie vegetali e lapilli di origine lavica per filtrare l’acqua senza ricorrere all’uso di sostanze chimiche; un ponticello consente di attraversarlo per godere della doppia visuale;
  • Due campetti in erba sintetica, uno da calcetto e uno da pallavolo;
  • Un padiglione centrale, che ospita due tavoli da calciobalilla; uno di questi, denominato “special”, è omologato dalla FPICB (Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla) ed è facilmente utilizzabile anche dalle persone diversamente abili in carrozzina.

Oltre all’area giochi, la Tenuta della Mistica ospita anche una Fattoria Sociale. Allestita sui terreni pubblici assegnati da Roma Capitale, riprende il modello della “Fattoria Agricoltura Capodarco” con sede a Grottaferrata dove, come si legge sul portale dell’azienda, “l’inserimento lavorativo di persone vulnerabili è ormai una realtà e un patrimonio condiviso che ha dato sviluppo sano ed inclusivo”. La fattoria della Tenuta della Mistica implementa la coltivazione di circa 30 ettari di terreno, utilizzando tecniche di produzione biologica; in aggiunta, offre un punto vendita diretto e orti didattici per le scuole. Tra le iniziative portate avanti dalla Fattoria sui terreni della Tenuta della Mistica gestiti dalla Cooperativa Sociale Agricoltura Capodarco si segnala un laboratorio sociale finalizzato all’inserimento di persone con disagio mentale nel lavoro agricolo a scopo terapeutico.

Informazioni utili

Il Parco della Mistica sorge nel Municipio Roma V, nella zona di Torre Spaccata, in Via della Tenuta della Mistica (una traversia di via Prenestina), raggiungibile una volta superata via di Tor Tre Teste per chi vi arriva dal centro città. La tenuta si trova subito dopo il civico numero 942. In generale, raggiungere la tenuta in auto dal centro è piuttosto semplice: dalla zona della Stazione Termini, ad esempio, si impiegano circa 20 minuti. In aggiunta, la viabilità zona della tenuta è agevolata dalla presenza di un’uscita dedicata sul Raccordo (la 18 Prenestina/Centro). Per chi vuole utilizzare i mezzi pubblici, invece, è possibile optare per il bus: il 150 F, il 501, il 113 o il 508; in alternativa, il parco è raggiungibile tramite la metro (Linea C) o la linea ferroviaria FL2.

Per quanto riguarda l’accesso all’area giochi, l’ingresso al Parco Tutti Insieme è gratuito. Gli orari di apertura, validi fino alla fine di agosto 2021, sono:

  • da martedì a venerdì dalle 17.00 alle 22.00;
  • sabato e domenica dalle 17.00 alle 24.00.

Gli orari di apertura in vigore da settembre verranno resi noti dalla pagina Facebook del Parco. Le aree attrezzare, con il barbecue ed i gazebo, sono accessibili a pagamento, previa prenotazione. La Tenuta ospita anche l’AgriRistorante, gestito dalla Fattoria Sociale Capodarco; è aperto a pranzo dal martedì alla domenica e a cena venerdì e sabato.

Lascia un commento


Veglio vini