Motivazione basket: ecco 3 consigli su come utilizzarla al meglio

Motivazione basket: ecco 3 consigli su come utilizzarla al meglio

Motivazione basket a cosa serve

Nel basket, così come in qualsiasi altro sport di squadra o individuale che sia, la motivazione è di fondamentale importanza. Senza un motivo valido per cui si pratica qualcosa di faticoso e impegnativo, non si va da nessuna parte.

Se il proprio animo è spento e non è mosso da nessuna motivazione in particolare, nel basket difficilmente si potrà andare lontano. Il proprio allenatore, quasi sicuramente, potrebbe essere la via giusta per trovare un motivo ragionevole per praticare uno sport.

La sua figura, di fatti, è in grado di trasmettere passione e sacrificio. Due valori che possono arrivare a causare una crescita non indifferente per tutti gli atleti, i quali sicuramente saranno grati anche a lui in caso di successo o meno.

La figura del coach, soprattutto dal punto di vista mentale, è ancora oggi fin troppo sottovalutata. In questo articolo, oltre che di questo aspetto, parleremo anche di duro lavoro mentale, sacrificio e disciplina ferrea. Elementi che possono portare a grandi e soddisfacenti risultati.

Risultati che, anche nel caso in cui si dovesse parlare di professionisti, sarebbero legittimati dal duro lavoro. Sia fisico che mentale, per l’appunto.

Raggiungere la motivazione grazie all’impegno

La maggior parte delle tecniche di motivazione che si possono trovare riportate in giro per il web, riguardano tutte quante un unico elemento di fondamentale importanza: l’impegno.

Impegnarsi in un qualcosa, specie se magari non è alla nostra portata, può ugualmente fare la differenza in maniera sostanziale. Laddove il talento non può arrivare, interviene il lavoro costante. Allenamento dopo allenamento, ci si può formare sia a livello fisico che a livello mentale, facendo sì che arrivino grandi risultati. Risultati che, per forza di cose, arrivano solamente in seguito al duro lavoro.

Nei prossimi paragrafi, capiremo invece come anche il sacrificio può fare la differenza. Molti giocatori di basket, sono nati sicuramente con un grande talento nelle loro corde. Talento innato che gli ha appunto permesso di diventare dei professionisti, magari.

Ma altrettanti campioni assoluti del basket, sono diventati tali proprio grazie all’impegno e alla fame di vittoria e risultati. Una motivazione intrinseca, a tal proposito, potrebbe essere proprio quella inerente al miglioramento del proprio percorso, sportivo o professionale che sia.

Sicuramente il percorso da intraprendere non è facile, ma se non si fa un tentativo non lo si può mai sapere. E le dicerie, si sa, non portano mai a nulla di concreto.

Sacrificarsi nella pallacanestro

Il sacrificio, nel mondo della pallacanestro, è un valore che viene trasmesso fin dalla tenera età. Ovviamente, la referenza di questa parola è puramente a livello sportivo. Non c’è nessun invito a strafare, ma anzi, si può dire che il sacrificio nel basket vada di pari passo proprio con la prudenza.

Lo spirito di sacrificio è una dota sicuramente riconosciuta e allo stesso tempo apprezzata, ma il voler strafare (ben diverso dal pensare in grande) no, non sempre almeno. Gli allenatori, in tal senso, devono essere bravi ad educare i ragazzi di conseguenza.

Il raggiungimento del successo, non a caso, è molto spesso determinato da uno spirito di sacrificio non indifferente. Nel prossimo paragrafo, in ogni caso, questo particolare aspetto verrà approfondito da un capitolo a parte, nel quale andremo a capire in che modo sfruttare la motivazione per eccellere.

Nel basket così come in qualsiasi altra disciplina sportiva, il principio è e deve essere lo stesso. Impegno e dedizione, come detto sopra, sono due degli ingredienti fondamentali per costruire una carriera di successo.

Essere motivati e fortemente orientati nel voler fare qualcosa, ci può dare una spinta incredibile a seconda dei casi. Ma ovviamente, come al solito, tutto dipende da noi

Come fare bene nel basket grazie alla motivazione

Fare bene nel basket, molto probabilmente, potrebbe risultare un termine generico. Tuttavia, non è affatto così. Essere bravi in una disciplina, che si tratti di sport o di chissà quale altro settore, dipende per buona parte anche dal nostro approccio mentale.

Se siamo carenti a livello psichico, infatti, difficilmente riusciremo ad ottenere i risultati che tanto speriamo di raggiungere. Il fisico inoltre è certamente importante, ma molto spesso la differenza la fa la nostra testa.

Senza il suo aiuto, saremmo molto limitati nel corso delle nostre funzioni quotidiane. O comunque, partiremmo senza ombra di dubbio con qualche marcia in meno.

La motivazione nel basket, ad ogni modo, la si può raggiungere facendo leva su quelle che sono le proprie carenze mentali. Affinandole giorno dopo giorno, riusciremo ad emergere da qualsiasi situazione con facilità.

Lascia un commento


Veglio vini