LPN-Coronavirus, Trump: Attacco peggio di Pearl Harbor e dell’11 settembre

LPN-Coronavirus, Trump: Attacco peggio di Pearl Harbor e dell’11 settembre

Continua la guerra a distanza tra l’America di Donald Trump e la Cina, anche se a ogni accusa fa seguito una retromarcia. Il presidente degli Stati Uniti ha definito il Coronavirus un attacco peggiore di quello dell’11 settembre e di Pearl Harbor nella Seconda Guerra Mondiale, continuando a puntare il dito contro la Cina, colpevole di aver prodotto o fatto diffondere il Covid-19. In una conferenza stampa allo Studio Ovale della Casa Bianca, Trump ha affermato: «Abbiamo fatto fronte all’attacco peggiore che abbiamo mai dovuto subire nel nostro Paese. Questo è l’attacco peggiore che abbiamo mai sperimentato. Peggio di Pearl Harbor, peggio del World Trade Center. Non c’è mai stato un attacco come questo. E non avrebbe mai dovuto accadere. Avrebbe potuto essere bloccato all’origine, in Cina, e fermato subito. Ma non è stato così».

Mentre continuano le trattative per una pace commerciale tra le due superpotenze, l’amministrazione Trump però sta valutando di lanciare misure punitive contro Pechino. Il Covid-19 ha infettato 1,2 milioni di americani, uccidendone più di 73mila. Tra questi anche la portavoce Katie Miller, vicinissima allo staff di Trump.

Ma il presidente Usa è travolto anche da nuove polemiche. Trump infatti ha visitato in Arizona un’industria che produce mascherine, senza però indossarne una come prescritto dalle linee guida anti-contagio. Il presidente ha visitato lo stabilimento della Honeywell solo con degli occhiali protettivi, senza mascherina. Non la portavano nemmeno alcuni dirigenti aziendali e lo staff più vicino a Trump. I lavoratori, gli agenti dei servizi segreti di scorta e i giornalisti presenti, al contrario, avevano tutti un dispositivo di protezione. Il tutto mentre nella sala dove Trump ha parlato, un grande monitor recitava: “Per favore, indossate sempre la mascherina”.


Veglio vini