L’annuncio di Fabio Fazio: «Riparto da Rai3, è stata la mia scuola»

L’annuncio di Fabio Fazio: «Riparto da Rai3, è stata la mia scuola»

«Rai3 è la mia rete, sono molto contento di tornare e di trovare l’entusiasmo del direttore Di Mare. Costruiremo cose nuove, sento che sarà un bel rapporto». Fabio Fazio commenta così, in un’intervista a Repubblica, il suo ritorno su Rai3 dalla prossima stagione televisiva, annunciato nella presentazione dei nuovi palinsesti dal direttore di rete Franco Di Mare. Oltre alla sua ormai classica trasmissione “Che tempo che fa”, il conduttore ha altri progetti: «Sto ragionando su un programma dedicato alla storia della televisione, lieve, leggero: sto mettendo da parte pezzi di repertorio».

Il conduttore dunque lascia anche Rai2 dopo la “corazzata” Rai1. «Sono stati due anni difficili ma entusiasmanti, quasi 4 milioni di media con un programma di parola, che costa la metà di qualsiasi varietà. E non lo dico io ma la Corte dei Conti, ci ha esaminato ai raggi X. Poi ci hanno spostato su Rai2 e “Che tempo che fa” è stato il più visto della rete. Credo, immodestamente, che sia vitale e stimato dal pubblico. L’altro giorno su Prima online è uscita la classifica dei programmi più seguiti sui social ed è in testa anche quando non siamo in onda, con 24 milioni di views. Ho finito di imbrodarmi».

Sugli attacchi subiti dal leader della Lega, Matteo Salvini, Fazio chiosa: «Diciamo che è accaduta una cosa inusuale: un rappresentante delle istituzioni contro un conduttore. L’atteggiamento della politica nei mie confronti non è stato irrilevante, ma ho la fortuna di fare un mestiere che si rivolge al pubblico, conta la stima delle persone. È il trentottesimo anno di Rai, contano la sostanza e la maturità».


Veglio vini