La Terra ruota più velocemente, giorni brevi anche nel 2021

La Terra ruota più velocemente, giorni brevi anche nel 2021

Il 2020 della pandemia da Covid sembrava non finire mai, ma in realtà è scientificamente volato, caratterizzato da ben 28 giorni dalla durata più breve mai registrata negli ultimi 50 anni. Per carità, si tratta di una differenza dell’ordine dei millisecondi, dovuta al fatto che dalla scorsa estate la Terra sta ruotando intorno al suo asse più rapidamente. Lo dimostrano le misurazioni ultra precise degli orologi atomici usati dall’International Earth Rotation and Reference Systems Service (IERS) di Parigi.

Se questa tendenza dovesse confermarsi anche per il 2021, si potrebbe ricorrere a un trucco per sincronizzare gli orologi con il moto della terra, ovvero togliere un “secondo intercalare”. Da quando è stato introdotto questo accorgimento nel 1972, sono stati aggiunti 27 secondi intercalari (l’ultimo nel 2016) per riallineare gli orologi con la rotazione un po’ pigra della Terra, ma negli ultimi mesi il pianeta sembra aver cambiato passo: un fenomeno di cui bisogna tenere conto, dal momento che satelliti e telecomunicazioni necessitano di orologi perfettamente sincronizzati.

Terra: perchè sta ruotando più velocemnete

Secondo gli scienziati ci sono diverse variabili che influiscono sulla velocità di rotazione: i movimenti del nucleo terrestre, le variazioni della pressione atmosferica, i venti, le correnti oceaniche. La combinazione di questi fattori può far sì che la durata del giorno, pari in media a 86.400 secondi (24 ore), possa variare di qualche millisecondo, come si è osservato dopo l’introduzione degli orologi atomici negli anni Sessanta.

Dal 1973 al 2019, il giorno più breve è risultato essere il 5 luglio 2005, quando la rotazione terrestre ha impiegato 1,0516 millisecondi in meno del solito. Nel 2020 questo record è stato battuto ben 28 volte. Il giorno più corto in assoluto è stato il 19 luglio scorso, quando la Terra ha ruotato su se stessa impiegando 1,4602 millisecondi in meno del solito.

Se il nostro pianeta continuerà a ruotare su sé stesso a una velocità accelerata rispetto al solito anche nei prossimi mesi, il 2021 potrebbe diventare uno degli anni più brevi degli ultimi decenni, con i giorni che dureranno in media 0,05 millisecondi in meno dei canonici 86.400. A fine anno dunque gli orologi atomici potrebbero accumulare un ritardo di 19 millisecondi.


Veglio vini