La Giralda di Siviglia: cosa sapere

La Giralda di Siviglia: cosa sapere


play Ascolta questo articolo

La Cattedrale di Siviglia è un monumento bellissimo e ricco di storia, che vale la pena visitare almeno una volta nella vita. Una struttura imponente, la più grande Chiesa della Spagna e la terza nel mondo, con una superficie di ben 11.000 metri quadrati. Dichiarata Patrimonio dell’Unesco nel 1987, è certamente un luogo da non perdere per chi ha deciso di visitare la Siviglia.

Cos’è la Giralda di Siviglia: la storia

Se si parla della Siviglia, il suo simbolo è certamente la Giralda, un monumento in grado di rappresentare non solo lo stile di costruzione tipico di quelle zone, ma anche la storia della città. La Giralda Siviglia è un campanile di oltre 70 metri della Cattedrale della città, a cui fu annesso solo successivamente, con in cima una statua che rappresenta la Fede. In passato è stata la torre più alta del mondo. Attualmente è composta da due corpi uniti, ma diversi, che sono la rappresentazione ideale delle culture diverse che si sono susseguite nella città. La parte più antica è quella musulmana, cominciata nel 1184 per ordine di Abu Yaqub Yusuf, per diventare il minareto della moschea di Siviglia. Solo nel 1600 venne poi aggiunto il corpo cristiano, ovvero il campanile che sovrasta la torre, grazie all’architetto Hernán Ruiz. Questo importante monumento deve la sua imponenza al fatto di voler dare prova del benessere della città, che in passato è stata un grande e importante centro di commerci. Tanto fu il suo valore, che coloro che facevano parte della parrocchia donarono metà dei loro stipendi per pagare artisti, artigiani e architetti.

Come visitare la Giralda

Chi desidera viaggiare informato e andare a visitare la Giralda de Siviglia, sarà bene che prima si organizzi in base ai suoi orari di apertura. Il monumento, infatti, è visitabile il lunedì dalle 11:00 alle 15:30, dal martedì al sabato dalle 11:00 fino alle 17:00 e la domenica dalle 14:30 alle 18:00. In estate gli orari di apertura subiscono però delle modifiche, in base alle quali per luglio e agosto si potrà entrare il lunedì dalle 10:30 alle 16:00, da martedì a sabato dalle 10:30 alle 18:00 e la domenica dalle 14:00 alle 19:00. Per quanto riguarda il costo del biglietto invece, gli adulti pagano 9€ e nella visita è incluso anche l’ingresso alla Chiesa del Divino Salvatore. Per i pensionati e gli studenti con meno di 26 anni è invece previsto un biglietto ridotto di 4€. Gratis invece quello per i minori di 14 anni. È bene ricordare comunque che il lunedì dalle 16:30 alle 18:00 la visita è gratuita per tutti.

Come raggiungere la Giralda

Raggiungere la Giralda di Siviglia è molto semplice, basterà infatti raggiungere il centro con la metropolitana e scendere poi alla fermata di Puerta Jerez. Una volta lì, non resterà che percorrere l’Avenida della Costituzione e sarete arrivati. A vostra disposizione comunque ci sono diverse opzioni, il percorso più consigliato è sicuramente quello a piedi, dato che il centro dista appena 7 minuti partendo dal Municipio. Per il bus invece, la linea da prendere sarà la C5 e la fermata più vicina è Garcia de Vinuesa, ad appena 100 metri. In metro la linea è la L1, mentre la fermata è Puerta de Jerez. Da lì bisognerà percorrere 7 minuti a piedi. Infine, l’ultima opzione è il Tram con la linea T1, che vi porterà a un minuto a piedi dalla Giralda, basterà scendere alla fermata dell’Archivo.

Cosa vedere alla visita

Se avete la fortuna di poter visitare questo bellissimo monumento, sappiate che c’è tanto da vedere. Sulla facciata principale sono presenti tre maestosi portali decorati, chiamati Puerta de la Asunción, Puerta del Bautismo e Puerta del Nacimiento (o de San Miguel) e la Puerta del Bautismo. Da notare che tutta la Giralda è circondata da tanti gradini chiamati las gradas, che venivanousati in passato dai mercanti, così da incontrarsi e fare scambi commerciali. Al suo interno, sono presenti ben 5 navate e 25 cappelle. Tra queste le più importanti sono sicuramente Capilla Real, Capilla de San Andrés e Capilla Mayor e la Capilla de San Andrés. In particolare nella Capilla de San Andrés, potrete visitare un’opera di Montañés, chiamata il Cristo de la Clemencia. Un’altra notizia importante da sapere è che all’interno della Chiesa è custodita la tomba di Cristoforo Colombo, assolutamente da visitare. Il suo feretro è sorretto da quattro statue, rappresentanti gli araldi dei quattro regni della corona spagnola.