La De Filippi confessa: «Io, gelosa di Costanzo»

La De Filippi confessa: «Io, gelosa di Costanzo»

Per una volta è Maria De Filippi a mettersi dall’altra parte, sulla sedia di chi si racconta a cuore. La conduttrice di “C’è posta per te” ha raccontato a cuore aperto diversi episodi della sua vita, toccando, confessando paure e drammi, arrivando alle lacrime. Succede a “Domenica In”, in un’intervista concessa a Mara Venier nella quale la regina della tv affronta anche temi molto privati, dal rapporto con il marito Maurizio Costanzo alla malattia del padre, che è scomparso quando lei aveva 28 solo anni.

«Gli fu diagnosticato un tumore al pancreas. È stato operato e poi per alcune complicazioni è passato in terapia intensiva. Lì è stato per un anno e mezzo – rivela Maria senza trattenere qualche lacrima -. Io andavo a trovare mio padre e mio fratello restava nel parcheggio perché aveva paura degli ospedali. Questa cosa ci ha devastato. Poi è uscito e abbiamo fatto due tentativi in una clinica per la riabilitazione. È morto improvvisamente in una sera di agosto. Questi dolori ti accompagnano per tutta la vita, ci impari a convivere e a metabolizzarli».

Poi La De Filippi racconta di sé. «A scuola me la cavavo, però scopiazzavo, non studiavo molto, magari lo facevo davanti alla tv, aspettavo le sei per uscire, per lo struscio in centro». Quindi il trasferimento da Pavia a Roma e l’incontro che le ha cambiato la vita. «Lavoravo all’Univideo, un’associazione contro la pirateria delle videocassette. Mi mandarono a Venezia per un dibattito e andai a prendere Maurizio Costanzo per portarlo al Festival. Lì l’ho conosciuto, poi è passata una settimana e mi ha chiamato chiedendomi se avessi voglia di lavorare per lui. Mi era antipatico perché faceva sempre domande scomode. A Venezia mi mise in imbarazzo perché mi disse “La prego, si può spostare che vorrei evitare fotografie con lei”. Ci rimasi male, pensai questo è pazzo. Iniziai a lavorare con lui e all’inizio ci davamo del lei. Conoscendolo ho imparato che Maurizio sa esserci, è un punto fermo, penso che mi abbia rasserenato. Io avevo due lati diversi. Uno molto forte, la certezza di saper fare, però dal lato dei sentimenti ero insicura, diffidente, con lui ho imparato a fidarmi».

Quindi Maria spiega come la storia clandestina (Costanzo era sposato con Marta Flavi, da cui si separò nel 1990) è venuta fuori. «Eravamo amanti. Siamo stati scoperti al telefono. All’epoca c’era il duplex. Io ero a casa mia, lui con lei che alzò la cornetta. Eravamo tutti e tre al telefono. Mi auguravo che lui avesse il coraggio di continuare la storia. Mia madre lo chiamò per sapere che intenzioni avesse con me».

Infine la rivelazione: «Quando ancora non ero popolare, e arrivavamo nei posti, mi sentivo messa da parte. Sicuramente sono stata gelosa di Maurizio». Sposato il 28 agosto 1995. Uniche piccole discussioni, sul cibo. «Confesso che ho qualcuno in ufficio che fa la spia su quello che mangia».


Veglio vini