Joker: capolavoro drammatico tra critiche e applausi

Joker: capolavoro drammatico tra critiche e applausi

Joker è uno di quei film dalla trama così emotivamente intensa che non può certo lasciare indifferenti. Il pubblico che fino ad adesso lo ha visto si divide tra entusiasti e delusi.

Dopo alcuni flop sulle saghe DC, la Warner Bros, ha prodotto un capolavoro di cruda realtà. Joker, interpretato da un magistrale Joaquin Phoenix, punta i riflettori sul disagio e sull’abbandono sociale. Uno specchio di una società che vuole vedere sorrisi e soddisfazioni e che preferisce lasciare nell’ombra le parti più fragili dell’essere umano.

Il personaggio protagonista, Arthur Fleck, complicato, turbolento e afflitto da una patologia grottesca che lo porta e esplosioni di risate isteriche involontarie, non nasce violento ma piuttosto violentato dalla sua stessa natura che lo reprime e schiaccia in un atteggiamento remissivo.

Dimenticatevi quindi mantelli e raggi laser e preparatevi a vedere un dramma profondo e aspro, come pochi se ne sono visti in questi anni e che vi metterà davanti una serie di interrogativi (anche personali) che, come detto prima, potranno non piacervi ma di sicuro non vi faranno uscire dalla sala indifferenti.


Veglio vini