Incendi in Sardegna, il fuoco divampa da 60 ore

Incendi in Sardegna, il fuoco divampa da 60 ore

Il problema degli incendi in Sardegna, in Sicilia e nelle regioni del sud Italia si ripropone praticamente ogni estate. L’aumento delle temperature, conseguenza del cambiamento climatico che stiamo vivendo, non ha aiutato. Ed è così che nell’isola dei quattro mori, o più precisamente nella provincia di Oristano, un gigantesco incendio sta devastando il territorio. Il tutto sembra essersi generato il 23 luglio, quando una macchina ha preso fuoco dopo un incidente stradale. Il vento poi ha peggiorato la situazione. La situazione di emergenza va avanti ormai da più di 60 ore e non sembra voglia calmarsi. Per questo motivo i comuni limitrofi alla zona incendiata sono stati preallertati per non farsi trovare impreparati.

Incendi in Sardegna, l’operazione di soccorso

Le conseguenze dell’incendio sono tragiche. Sono 1500 le persone sfollate, per non parlare degli oltre ventimila ettari di terreno andati in cenere, comprendenti boschi, oliveti, campi coltivati ed aziende agricole. Sul posto stanno lavorando i Vigili del Fuoco per cercare di sistemare la situazione. Tra i mezzi utilizzati troviamo otto Canadair, oltre che un elicottero del Reparto volo di Sassari e gli elicotteri del servizio Aib regionale. Dieci squadre di pompieri stanno lavorando da terra sui fronti di Scano di Montiferro e Tresnuraghes. Arrivano aiuti anche dall’estero: Francia e Grecia hanno messo a disposizione alcuni dei loro mezzi aerei di soccorso. Il lavoro delle squadre dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile ha permesso di tenere sotto controllo la situazione dell’incendio in quasi tutti i Comuni colpiti.

Lascia un commento


Veglio vini