Gatto fa pipì in giro: cause e rimedi, perchè lo fa? Ecco i motivi

Gatto fa pipì in giro: cause e rimedi, perchè lo fa? Ecco i motivi
Ascolta l'articolo

Il gatto fa la pipì in giro? I 5 motivi che non puoi sottovalutare

I motivi per cui un gatto fa la pipì in giro, possono essere tra i più disparati possibili. Di conseguenza, sta al padrone capirli. Tra le varie motivazioni che si leggono, infatti, ci possono essere tra le più disparate, come detto nel corso di queste prime righe di introduzione. Innanzitutto, è bene sottolineare come il fatto che un gatto faccia pipì fuori dalla sua lettiera sia un evento piuttosto raro.

Nonostante ciò, può succedere con una certa frequenza a seconda della famiglia in cui il gatto in questione si trova. Il tutto sta sicuramente nelle sue capacità di adattamento, così come nelle capacità di educazione che il padrone in questione è capace di trasmettergli.

Il fatto che un gatto ben educato possa fare la pipì fuori dalla sua lettiera, è comunque un fattore da mettere in preventivo. Questo, in quanto ogni gatto o specie animale che sia, ha i suoi tempi di apprendimento. Tempi che, per quanto possibile, possono essere rapidi oppure tendenzialmente piuttosto lenti.

Per fortuna, a seconda del gatto, questa condizione non è in grado di sussistere, il che significa che si possono avere dei risultati buoni in tempi piuttosto ristretti. Come vedremo nel corso dei prossimi paragrafi ci sono delle motivazioni ben precise per cui il fatto anomalo può accadere.

Problemi di salute dell’animale?

Il fatto che un gatto possa fare pipì fuori dalla lettiera, potrebbe essere un campanello d’allarme per quello che è il suo stato di salute attuale. Sapendo ciò, infatti, il padrone deve agire di conseguenza, facendo sì che il suo animale sia perfettamente in grado di riuscire a fare i suoi bisogni laddove il padrone vuole che ciò accada.

Per avere maggiori consulti, naturalmente, è necessario nonché consigliato rivolgersi al proprio veterinario di fiducia. Il quale si accerterà del fatto che il nostro animale di riferimento non abbia alcun tipo di problema, grave o lieve che sia. Questo comportamento anomalo, infatti, potrebbe derivare da numerose patologie dell’apparato urinario felino.

Patologie che possono provocare dolore durante il cosiddetto atto della minzione. I gatti infatti, come riflesso incondizionato hanno l’abitudine di reagire al dolore fisico o di altro tipo che sia, facendo i loro bisogni in bagni che non sono consueti alle loro abitudini.

Quindi, prima di lanciarsi a conclusioni o ipotesi affrettate, è bene consultare un professionista per poter avere un consulto maggiormente mirato su ciò che si desidera sapere. Queste situazioni, infatti, non vanno affatto presa alla leggera e devono essere un campanello d’allarme per intervenire quanto prima.

Al gatto non piace la lettiera?

Un’altra ipotesi che molti proprietari di felini non prendono in considerazione, è quella relativa al rifiuto del proprio gatto di fare la pipì nella lettiera. Infatti, questo comportamento potrebbe essere figlio del fatto che l’animale in questione potrebbe non gradire il fatto di sporcarsi nella lettiera.

Questo, per varie problematiche dovute per esempio, alle dimensioni e anche allo stato di igiene del luogo in questione. Oppure, cosa ancora più plausibile, al fatto che sia in una posizione chiusa. Posizione che potrebbe far sì che il cattivo odore possa infastidire il nostro amato gatto.

Quello che viene consigliato, infatti, è quello di pulire spesso i luoghi in cui vogliamo che il nostro felino domestico faccia i suoi bisogni. Diversamente sarà molto difficile che possa tornare a riprendere il suo flusso regolare laddove noi lo desideriamo. Così come anche noi teniamo alla nostra igiene personale. Anche il gatto ha delle pretese piuttosto importanti per quanto riguarda questo punto di vista. Nel corso del prossimo paragrafo, che tra l’altro sarà anche l’ultimo, capiremo invece come fallo abituare alla lettiera.

Gatto fa la pipì fuori: come rimediare?

Rimediare ad un simile avvenimento, di per sé, non è una situazione semplice. Questo, poiché ogni gatto ha un suo sistema di apprendimento ben definito, il quale li predispone ad un comportamento altrettanto mutevole nel corso del tempo.

Le sole e uniche cose che si possono fare, sono sicuramente quelle che riguardano la scelta di una cassettina che sia giusta, su misura e ad hoc per questo tipo di utilizzo ben preciso. Il fatto che il gatto abbia determinate preferenze, infatti, significa che bisogna agire di conseguenza e fare di tutto per metterlo a suo agio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.