Gas serra, troppo alti i livelli di Co2 nell’atmosfera

Gas serra, troppo alti i livelli di Co2 nell’atmosfera

Più il tempo passa e più sembra che la situazione dell’inquinamento tenda a peggiorare. Di questo passo le tristi predizioni sull’estinzione umana imminente (si parla dei prossimi cento anni) diventano sempre più probabili. Ma la partita non è ancora finita e la situazione potrebbe migliorare. Oggi, però, i livelli di Co2 presenti nell’atmosfera terrestre sono troppo alti. I gas serra, infatti, sono molto pericolosi. Essi sono i gas che incidono sul bilancio energetico sulla terra. Sono poi loro a causare il cosiddetto effetto serra.

Gas serra, il monito dell’Omm

A riferire la notizia è stato l’Omm, l’Organizzazione meteorologica mondiale, che nell’ultimo “Greenhouse Gas Bulletin” ha dimostrato come nel 2020 le concentrazioni di Co2 nell’aria siano ad un livello record, ovviamente non positivo. Inoltre c’è stato un incremento decisamente superiore alla media degli anni passati, nel periodo dal 2011 al 2020. Ora starà alla Cop26, la Conferenza delle Nazioni Unite, trovare degli interventi comuni da effettuare per limitare il surriscaldamento globale. Eppure lo scorso anno le emissioni erano diminuite del 5,6% a causa del rallentamento dell’attività economica di singoli paesi a causa del blocco da Coronavirus. Nonostante ciò, i livelli di gas serra nell’atmosfera non sono diminuiti.

La dichiarazione del segretario generale dell’Omm

Il segretario generale dell’Omm ha dichiarato: “Di questo passo, entro la fine del secolo assisteremo ad un aumento della temperatura superiore agli obiettivi fissati dall’accordo di Parigi, cioè da 1,5 a 2 gradi. Siamo davvero fuori strada. L’ultima volta che la Terra ha sperimentato una concentrazione simile di Co2 è stato 3 milioni di anni fa, quando la temperatura era di 2 gradi più calda e il livello del mare era di 10 metri più alto di adesso. Ma allora non c’erano 7,8 miliardi di persone. Dobbiamo trasformare il nostro impegno in azioni che avranno un impatto sui gas climalteranti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.