Formula 1: Sainz con Leclerc, la Ferrari punta sui giovani

Formula 1: Sainz con Leclerc, la Ferrari punta sui giovani

Largo ai giovani, gli occhi sul presente ma soprattutto sul futuro. Due giorni dopo aver ufficializzato il divorzio (a fine stagione) da Sebastian Vettel, la Ferrari ha annunciato che a sostituirlo sulla monoposto rossa dal prossimo anno (con contratto biennale) sarà Carlos Sainz jr, spagnolo, figlio d’arte (il padre, Carlos sr, è stato più volte campione del mondo di rally e ha dominato anche l’ultima Dakar). Affiancherà Charles Leclerc, il 22enne monegasco promosso chiaramente a prima guida, con un ritorno delle gerarchie, come ai tempi di Michael Schumacher. Sainz, 25 anni, proveniente dalla McLaren, sarà infatti lo scudiero del “predestinato”.

«E’ la coppia migliore per raggiungere i nostri obiettivi» garantisce Mattia Binotto, il team principal della Scuderia di Maranello. «Sono felice ed entusiasta» fa sapere Sainz, approdato in Formula 1 cinque anni fa, che a sua volta sarà sostituito in McLaren dall’australiano Daniel Ricciardo, che la scia la Renault (dove c’è una lotta clamorosa per il posto tra Vettel e Fernando Alonso).

Sainz descritto da Binotto come un pilota con «doti tecniche e capacità giuste per fare parte della famiglia Ferrari». Nato a Madrid, Sainz in Formula 1 ha già corso per Toro Rosso, Renault e McLaren, senza però mai vincere un Gran Premio. Il miglior risultato è il podio conquistato la passata stagione in Brasile. Un talento sempre cresciuto che ora potrà mettersi alla prova con un Top Team in quella che è una vera e propria scommessa della Ferrari: puntare sui giovani per aprire un nuovo ciclo vincente.


Veglio vini