Creta, l’incantatrice del Mediterraneo 

Creta, l’incantatrice del Mediterraneo 

Sabbia fine e bianca, un mare di un blu turchese come si può ammirare in poche altre località ed una civiltà antica ancora pulsante nell’imponente e storico palazzo di Cnosso: Creta, l’isola più grande della Grecia è una vera incantatrice del Mediterraneo.

Ecco le sue principale bellezze da scoprire.

Creta: cosa vedere e le spiagge più belle dell’isola greca

L’isola di Creta è una delle più vaste del Mediterraneo ed è la custode di un fascino senza tempo nonché di meraviglie naturali, paesaggi mozzafiato e di una gastronomia ricca e stuzzicante.

Chi ha in procinto un viaggio verso questa meta deve assolutamente annotarsi e andare a visitare:

  • La spiaggia di Elafonissi, definita anche “la spiaggia caraibica del Mediterraneo” per la sua sabbia bianca e l’acqua limpida
  • Le spiagge di Falasarna: lunghe, ampie con sabbia sottile e molto spesso un po’ agitate da una piacevole brezza. Le spiagge di Falasarna sono anche poco affollate e si può godere il tramonto quasi totalmente in solitudine
  • La spiaggia di Seitan Limania: una perla rara che offre ai suoi turisti acque di colore turchese e sabbia bianca. La spiaggia di Seitan Limania è un’insenatura naturale e  seppur turistica è considerata un po’ selvaggia quindi si può godere di pace e tranquillità.
  • Le Gole di Samaria che si estendono per oltre 18 km offrendo un paesaggio naturale davvero unico
  • Il palazzo di Cnosso, noto per la leggenda del labirinto di Minosse e datato 2000 a.C.: se si ama l’antica storia greca si può continuare il tour recandosi a visitare le meraviglie dell’epoca ellenica nella capitale di Atene
  • Rethimnon, ovvero il quartiere dove si trova la nota via dello shopping e dell’artigianato cretese
  • Il monastero di Preveli e Palm Beach, un luogo a picco sul mare dove si rifugiarono durante la seconda guerra mondiali gli Alleati.

Lascia un commento


Veglio vini