Il Museo del Calcio di Coverciano diventa virtuale

Il Museo del Calcio di Coverciano diventa virtuale

Un nuovo tassello verso la normalizzazione dello sport, anche se per ora virtuale. Chiuso come tutti i musei per l’emergenza Coronavirus, quello del calcio di Coverciano ha riaperto le sue porta ai visitatori online. La federcalcio italiana (Figc) ha organizzato dei tour guidati in una delle attrattive del centro federale toscano sul proprio canale Facebook. Tutti i giorni sarà sufficiente un clic da casa per vedere uno dei cimeli esposti al museo: maglie, scarpini, palloni e altre memorabilia dei campioni e delle campionesse che hanno scritto le più belle pagine di storia delle nostre nazionali azzurre.

Il tour virtuale è iniziato con la foto degli scarpini indossati da Silvio Piola in occasione della Coppa del Mondo del 1938. L’attaccante fu decisivo per la conquista del secondo titolo mondiale dell’Italia grazie alle cinque reti realizzate nel torneo, compresa la doppietta messa a segno nella finale con l’Ungheria. Con 30 gol all’attivo, Piola è il terzo miglior marcatore della storia azzurra alle spalle di Gigi Riva (35) e Giuseppe Meazza (33).

Secondo a meritare l’onore è stato un altro campionissimo azzurro: Roberto Baggio. Sulla pagina Facebook della Nazionale campeggia la foto della fascia da capitano che il Divin Cordino ha indossato il 28 aprile 2004 in occasione dell’amichevole disputata a Genova contro la Spagna, ultima delle 56 presenze (con 27 gol) di uno dei giocatori più talentuosi che abbiano mai vestito la maglia azzurra. La mostra proseguirà nei prossimi giorni sulla pagina Facebook della Figc con nuovi cimeli e nuove storie tutte da raccontare.


Veglio vini